regine del tennis

Sharapova: Nike le volta le spalle, ma Rifle e Cruciani sono dalla sua parte

Dopo lo scandalo del doping, che ha portato le aziende sponsor (tra cui Nike e Tag Heuer) a voltare le spalle a Maria Sharapova, nasce un fronte, ancorché di piccole dimensioni, di aziende che si schierano a favore dell'ex numero uno del tennis. A cominciare da Rifle e dai braccialetti Cruciani.


Sandro Fratini, numero uno dell’azienda fiorentina di jeans e abbigliamento, ha voluto manifestare il suo sostegno alla Sharapova, in un momento in cui le aziende e i media le danno contro, Rifle ha infatti realizzato un paio di jeans appositamente per lei, con la scritta W Sharapova sulla tasca (nella foto da Instagram), che non andranno in vendita, ma serviranno a lanciare un messaggio di fiducia alla campionessa di tennis.


Un'iniziativa destinata a far parlare e che ha già colpito nel segno, ottenendo l'appoggi di altri imprenditori. Primo fra tutti Luca Caprai, ceo di Cruciani, che ha definito l’idea di Rifle «un regalo» e «un segnale positivo a chi ora sta soffrendo», a dispetto delle scelte degli sponsor ufficial.



Ma non sono solo le aziende di casa nostra a dimostrare solidarietà alla sportiva siberiana: la polacca Baron Chocolatier, produttrice di cioccolato, ha stretto una partnership con il brand Sugarpova (una linea di caramelle nata nel 2012, ispirata a Maria Sharapova) e si prepara a lanciare a maggio sul mercato statunitense una nuova linea di cioccolatini d’eccellenza.

 

stats