RESALE

Continua l’ascesa di Rebag: nuovo round da 33 milioni di dollari

Rebag, piattaforma di reselling di borse, gioielli e orologi di lusso, ha annunciato oggi di aver raccolto 33 milioni di dollari in un round Series E guidato dalla società di private equity Novator, con la partecipazione di investitori già esistenti come General Catalyst. Capitali che portano i finanziamenti ottenuti dall’azienda a quota 101 milioni di dollari.

«Il nostro precedente round è stato all'inizio del 2020, quando il mondo era un posto molto diverso - ha detto il fondatore e ceo Charles Gorra - ma in questi due anni siamo riusciti a prosperare nonostante tutte le sfide. Molto del successo è correlato alla progressiva affermazione del resale, alla maggiore consapevolezza dei consumatori riguardo alla sostenibilità e, naturalmente, ai lockdown che hanno blocccato in casa le persone».

Negli ultimi 12 mesi Rebag ha seguito una traiettoria di crescita elevata, consolidando un business che dall’inizio della pandemia si è triplicato.

Grande slancio hanno avuto in particolare le categorie come alta gioielleria e orologi, che nell’anno hanno quadruplicato le vendite.

«Crediamo che il second-hand di lusso sia ancora agli inizi», ha detto Birgir Ragnarsson, managing partner di Novator, aggiungendo che «Rebag si è ritagliata un profilo unico nel mercato, che faciliterà la sua massiccia scalata».

Come spiega il ceo della piattaforma, il nuovo round permetterà di «sviluppare ulteriormente la nostra tecnologia (tra cui la Clair Technology Suite per la determinazione dei prezzi) e di lanciare funzioni che democratizzano l'accesso alle informazioni, creando un ecosistema di cui possono beneficiare sia i consumatori che i rivenditori». 

L’azienda si è anche espansa nel mercato fisico: un anno fa ha aperto Rebag Bar, un micro-store a New York dedicato a gioielli, orologi, borse e accessori. Successivamente ha avviato un negozio più grande a Greenwich (nel Connecticut), in cui ha introdotto il Clair Corner, dove gli acquirenti possono utiilzzare il software Clair by Rebag per ricevere la “quotazione” della merce che stanno vendendo.

a.t.
stats