retail multimediale

Qvc Italia: per i sette anni investe sulle startup e dà una mano a Pink Is Good

47.474 ore di diretta dal 2010 a oggi, per un totale di quasi un migliaio di marchi, nove new brand e 560 nuovi prodotti al mese, oltre 18 milioni di chiamate gestite di cui quattro milioni nel 2016, nove milioni di pacchi e 19 milioni di articoli spediti: con questi numeri Qvc festeggia i primi sette anni in Italia, mentre cresce il progetto Qvc Next sulle startup e si avvicina l'evento charity del 27 ottobre.

 

Vendite televisive con 17 ore di diretta quotidiane, sette giorni su sette e per 364 giorni l'anno: Qvc Italia - filiale della società da 8,7 miliardi di dollari di ricavi, fondata nel 1986 in America da Joseph Segel e controllata da Liberty Interactive Corporation - è la televisione con più ore dal vivo nel nostro Paese, integrata da fine 2011 dall'e-commerce. Il focus è su gioielli, moda e accessori, beauty, articoli per la casa ed elettronica.

 

«Il nostro customer service lavora 24 ore su 24 e le consegne si collocano entro i tre-cinque giorni lavorativi con diverse opzioni di pagamento, tra cui quello rateizzato e senza interessi con la formula QPay - spiega Paolo Penati, a.d. della realtà con due sedi, a Brugherio e Castel San Giovanni, e un fatturato di 129 milioni di euro -. Ma quello che tengo a sottolineare è che per le nostre interlocutrici (per quasi il 90% donne) siamo più di un semplice canale di vendita, accompagnandole nelle loro giornate e facendo da fulcro per una community di oltre 2,5 milioni di seguaci su Facebook, che in questi sette anni ha scritto oltre 105mila review sul web, con un'alta percentuale di giudizi a cinque stelle».

 

Un pubblico di età non solo matura, perché oltre allo zoccolo duro delle 50-60enni e più c'è una nutrita schiera di under 40, che apprezzano Qvc e richiedono, oltre alle certezze, anche le novità.

 

Una di queste è Qvc Next, progetto che Qvc Italia ha lanciato l'anno scorso per sostenere le piccole e medie imprese del nostro Paese, appena nate o che stanno crescendo.

 

«In sinergia con associazioni, poli universitari, incubatori e venture capitalist - racconta Paolo Penati - selezioniamo i progetti più promettenti, promuovendoli soprattutto attraverso il canale televisivo, oltre che tramite l'e-commerce, con una formula in cui la vendita è associata allo storytelling».

 

Ad affiancare Qvc Next - che nel suo primo anno ha messo in luce 12 brand, tra cui Denoise, Cora Happywear, Sport Grand Tour e DeSwag - c'è un'iniziativa di formazione, Qvc Next Lab, pensata soprattutto per l'imprenditoria femminile. Ai progetti più originali di Qvc Next, tra l'altro, viene offerta un'opportunità di internazionalizzazione nei mercati in cui il retailer è presente.

 

«Porteremo Qvc Next sotto i riflettori dell'imminente salone Smau» anticipa l'a.d., aggiungendo che durante la rassegna, a Milano dal 24 al 26 ottobre, Qvc Italia riceverà il Premio Innovazione per il suo modello di open innovation e sarà al centro di un workshop, volto a condividere con startup e imprese strategie efficaci di go-to-market.

 

Più o meno negli stessi giorni andrà in scena l'evento A cena con le stelle, in programma il 27 ottobre alle Officine del Volo di via Mecenate a Milano, che in partnership con Radio Italia ha un obiettivo, sostenere Pink Is Good della Fondazione Umberto Veronesi. A presentare la serata Sara Cavalca e Sara Celeste, con Paoletta di Radio Italia e le note di Chiara Galiazzo.

 

Un appuntamento preceduto nel mese di ottobre dallo special show Shopping4Good e da spazi televisivi di approfondimento e informazione, con Elio e Le Storie Tese (nella foto) come testimonial. Obiettivo, raccogliere 100mila euro per finanziare medici e ricercatori in prima linea nella lotta ai tumori femminili.

 

Partecipare alla cena di fine mese - firmata dalle chef stellate Viviana Varese, Aurora Mazzucchelli e Maria Cicorella - costa 75 euro e non ci sono accessi privilegiati: tutti possono candidarsi, fino a esaurimento posti.

 

stats