ricavi a 711 milioni di sterline (-1%)

Burberry: trimestre di transizione, Gobbetti ottimista

David Sims

Marco Gobbetti, ceo di Burberry, si dice soddisfatto dei progressi fatti dal brand durante il primo trimestre fiscale, chiuso lo scorso 29 dicembre, e conferma l'outlook all'insegna della stabilità sull'anno, in attesa che il nuovo corso del marchio abbia realmente inizio.

Il periodo, di complessive 13 settimane, si è chiuso a quota 711 milioni di sterline di ricavi retail (oltre 812 milioni di euro), +1% a perimetro comparabile, ma con un calo dell'1% a cambi correnti rispetto all'analogo quarter del 2018, in cui il fatturato ammontava a 719 milioni.

Tra gli analisti, che in dicembre erano scettici, sembra ora prevalere un atteggiamento "wait and see". Non è però il caso di Berenberg, che il 10 gennaio si è sbilanciato in negativo, modificando il proprio giudizio sulla griffe (e sull'italiana Prada) da "buy" a "hold".

Del resto, il primo vero banco di prova per il neo-direttore creativo Riccardo Tisci, il cui esordio in passerella risale allo scorso settembre, sarà la stagione primavera-estate 2019, che partirà da fine febbraio.

Le vendite natalizie sono state trainate dalla campagna Close your eyes and think on Christmas, con ambassador come Matt Smith, Mia e Kristin Scott Thomas, che hanno generato conversazioni social tra circa 57 milioni di persone.

Positivo il riscontro della capsule con Vivienne Westwood e delle limited edition mensili B-Series, la cui prima uscita è stata il 17 ottobre 2018.

I mercati da cui il marchio ha ottenuto le maggiori soddisfazioni sono quelli asiatici, con la Cina in pole position, grazie a un incremento mid-single digit: un dato in sé incoraggiante, anche se questo non è il momento per i marchi di esporsi troppo su questo territorio, alla luce di criticità come la guerra dei dazi con gli Stati Uniti e il Pil che, pur avendo messo a segno un aumento di oltre il 6% nel 2018, non brilla più come in passato.

Debole l'America, in cui per Burberry prevale una distribuzione wholesale, mentre la zona Emeia (Europa, Medio Oriente, India, Africa) ha beneficiato di un leggero rialzo degli acquisti dei turisti.

La superficie retail si è ridotta dell'1%, in seguito anche a due chiusure di negozi. Tra i progetti in cantiere un nuovo concept per dieci tra i flagship store del brand e una maggiore selezione sul versante multimarca.

Stamattina il titolo è partito in perdita in Borsa, ma ha progressivamente recuperato, fino a guadagnare l'1,2% a metà giornata (nella foto, Kate Moss fotografata da David Sims con un completo della capsule scaturita dalla collaborazione tra Burberry e Vivienne Westwood).

a.b.
stats