Richieste per quasi 10 miliardi

EssilorLuxottica si rifinanzia con un bond da tre miliardi

Successo per il bond da tre miliardi di euro, in tre tranche, del gigante dell'eyewear e delle lenti oftalmiche EssilorLuxottica. Il prestito obbligazionario ammonta complessivamente a 3 miliardi, ma, come emerge dal web, il gruppo quotato a Parigi ha raccolto richieste per quasi 10 miliardi.

L'emissione curata da Citi, Credit Agricole, Goldman Sachs e Unicredit come global coordinator vede una prima tranche di 500 milioni, con scadenza gennaio 2024. La seconda da 1,25 miliardi ha termine gennaio 2026 mentre la terza, di ammontare analogo, scade nel giugno 2028.

Il taglio minimo delle emissioni è di almeno 500 milioni ciascuna. Il rating atteso per i tre titoli è A2 da Moody's e A da S&P.

Nel frattempo EssiLux aspetta il verdetto dell'antitrust europea sull'acquisizione dell'insegna olandese di ottica GrandVision: un'operazione da 7,2 miliardi di euro, su cui l'authority ha aperto un'indagine approfondita in febbraio. L'ok all'acquisizione è atteso per il 13 agosto.

Poco prima delle 16 la ezioni EssilorLuxottica passano di mano a 117,6 euro per azione, in aumento dello 0,60% rispetto alla chiusura di ieri, mentre l'indice Cac40 registra un +1,21% (nella foto, una montatura Oakley, rilevato da Luxottica nel 2007).

e.f.
stats