Saloni

Mipel 114: oltre 300 brand a settembre e lancia la sezione Tailor Made

Mipel si prepara all'appuntamento di settembre (dal 16 al 19) con 300 marchi a Fieramilano-Rho. «Vogliamo essere sempre più accoglienti» ha sintetizzato alla conferenza stampa di anticipazione Riccardo Braccialini, presidente di Aimpes che organizza la fiera, anticipando che il nuovo allestimento si snoderà sulla traccia dei cinque sensi, «trattati in modo onirico».

Braccialini ha parlato di raddoppio dello spazio dedicato all'area Scenario e al ritorno di The Glamorous: entrambe le sezioni sono dedicate alle proposte più innovative a livello di borse e accessori, frutto dell'incontro tra i giovani stilisti e le aziende produttive italiane (all'interno di Scenario) e Camera Italiana Buyer Moda per The Glamorous.

Esordisce inoltre il progetto Tailor Made, ideato da Assopellettieri (promotore della fiera), dove l'offerta è "su misura" e sono protagoniste le capsule collection realizzate da una decina di creativi emergenti, che hanno collaborato con altrettante aziende espositrici del salone.

Per la prima volta un'area sarà dedicata alle borse ecosostenibili, in collaborazione con l'organizzazione umanitaria Humana.

L'edizione di settembre sigla un'intesa con il produttore di cerniere Ykk, Unic-Unione nazionale industria conciaria e l'Alta scuola di Pelletteria di Scandicci: nel padiglione 10 i visitatori potranno approfondire l'operatività della filiera della pelle, dall'idea al prodotto finito, attraverso un docu-film. In mostra anche una pochette in edizione limitata, la "Must Have Mipel Bag".  

Il presidente ha inoltre confermato il ritorno, al padiglione 12, della pelletteria overseas nella Mipel Hall, spazio pensato per creare opportunità commerciali tra produttori cinesi e indiani e i brand internazionali della grande distribuzione. «Attirerà più buyer in fiera», ha affermato Braccialini, precisando che Mipel «deve rimanere una nicchia» e che «non pensa ad aumentare i metri quadrati, ma alla qualità».

«Ci aspettiamo un buon Mipel, anche se i segnali dai mercati sono abbastanza deboli», ha concluso il presidente di Aimpes (al centro nella foto, tra l'assessore Cristina Tajani e Danny D'Alessandro, ceo e general manager di Aimpes Servizi).

e.f.
stats