Salta l’ipotesi di concordato

Stefanel chiede l’amministrazione straordinaria

Niente concordato per Stefanel. Il cda ha deciso di avviare l’iter per la procedura di ammissione all’amministrazione straordinaria.

Come si legge in un comunicato, il board ha preso questa decisione «dopo aver preso atto della mancata definizione di un accordo con i propri stakeholders, dell’attuale assenza di altri interlocutori interessati a supportare la società nella formalizzazione dell’ipotizzata proposta concordataria e dell’impercorribilità di ipotesi autonome di rafforzamento  patrimoniale e ristrutturazione dell'indebitamento complessivo»

La procedura di concordato preventivo con riserva era stata avviata il 14 dicembre 2018 e il deposito del piano e della proposta concordataria avrebbe avuto come termine ultimo il 14 giugno.

Ieri le azioni Stefanel sono rimaste sospese dalle contrattazioni in attesa di un comunicato, che è stato diramato in serata. Situazione che permane anche per la seduta odierna.

e.f.
stats