scompare la regina del design

Anche la moda in lutto per Zaha Hadid

Anche la moda piange la prematura scomparsa di Zaha Hadid, protagonista dell'architettura e del design, morta ieri (31 marzo) improvvisamente a 65 anni, per un attacco cardiaco in seguito a una bronchite. Tra le collaborazioni con il fashion, quelle con Karl Lagerfeld per Chanel, Melissa e Lacoste.

 

Spesso vestita Issey Miyake, Hadid aveva sviluppato un'intesa proficua con Chanel, progettando nel 2007 il "Mobile Art Pavilion" itinerante (attualmente esposto all'Institute du Monde Arabe di Parigi), oltre all'immaginifica scenografia della sfilata per la primavera-estate 2012.

 

Dall'incontro con Melissa erano scaturiti modelli sofisticati e concettuali. Anche con Lacoste la collaborazione si era tradotta in scarpe dall'impatto futuribile.

 

Zaha Hadid, nata il 31 ottobre 1950 a Baghdad ma residente nel Regno Unito, era famosa soprattutto per i suoi progetti architettonici, anche se la sua prima laurea era stata in matematica: tra i progetti più significativi in Italia il Maxxi di Roma, le residenze Citylife di Milano con il vicino "grattacielo storto" in fase di costruzione e il recente Museo Messner in Alto Adige.

 

Tra le opere realizzate all'estero, l'Aquatics Center costruito nel 2012 per le Olimpiadi di Londra, la Guangzhou Opera House, il Ponte-Padiglione dell'Expo di Saragozza e lo Sheikh Zayed Bridge di Abu Dhabi, solo per citarne alcune.

 

Nel 2004 era stata la prima donna ad aggiudicarsi il "Nobel" degli architetti, il Premio Pritzker e ancora la prima a ottenere, nel settembre 2015, il prestigioso Royal Gold Medal 2016. Solo due di numerosissimi riconoscimenti internazionali.

 

Mancavano pochi giorni a un appuntamento imperdibile per lei, a capo di uno studio con centinaia di architetti: la design week nel capoluogo lombardo, dove tra l'altro avrebbe potuto seguire l'avanzamento dei lavori del building di Citylife.

 

Di sicuro la città troverà il modo di commemorare quella che nel 2008 è stata inserita da Forbes tra le 100 donne più influenti al mondo (nella foto da Instagram, Zaha Hadid e Karl Lagerfeld).

 

 

stats