Secondo fonti attendibili

Dr. Martens: Carlyle starebbe corteggiando il marchio

Per un marchio di calzature che va, ne arriva un altro: dopo avere incaricato come advisor Bank of America Merrill Lynch per valutare la vendita di Golden Goose, il fondo Carlyle sembra avere messo gli occhi sugli stivaletti del Dr. Martens, oggi in capo a Permira.

 

La notizia è stata anticipata da Sky e poi ripresa da Bloomberg, che fa riferimento a fonti anonime vicine all'operazione. Carlyle sarebbe alle prime fasi nella formulazione di una potenziale offerta, ma al momento non è stata presa alcuna decisione. Per questo potrebbero farsi avanti altri pretendenti.

 

Permira è al lavoro con Goldman Sachs Group Inc. e Robert W. Baird & Co. per valutare possibili opzioni per il marchio Dr. Martens, tra cui la vendita o l'Ipo, con l'obiettivo di definire tutto entro il 2020.

 

Fondata negli anni Quaranta del secolo scorso dal medico tedesco Klaus Martens, la label è stata acquisita da Permira nel 2014 per 380 milioni di euro. Da allora il fondo ha rafforzato la presenza globale dell'azienda, aprendo 24 negozi l'anno scorso e ampliando l'offerta di e-commerce.

 

Carlyle detiene invece il marchio di sneaker di lusso Golden Goose dal 2017. Di recente ha iniziato a esplorare le possibili opzioni per il brand, tra cui una possibile vendita. La label ha chiuso l'ultimo esercizio finanziario con un turnover di circa 260 milioni di euro, rispetto ai circa 100 milioni registrati all'indomani dell'acquisizione da parte di Carlyle. Gli utili prima di interessi, tasse, ammortamenti dovrebbero salire a 80 milioni quest'anno, rispetto ai 32 milioni di tre anni fa.

 

Secondo indiscrezioni recenti, Frida Giannini avrebbe un ruolo importante (ma rigorosamente segreto) all'interno dell'ufficio stile di Golden Goose, contribuiendo a disegnare parte delle collezioni della label, di cui il marito Patrizio di Marco è presidente.

c.me.
stats