semestrali

Hermés: +17% i profitti e margini da record

Il gruppo Hermès archivia il semestre con utili pari a 708 milioni di euro: il 17% in più rispetto all'analogo periodo del 2017.

Tra gennaio e giugno il brand ha aumentato l'utile operativo "recurring" del 5,8% a 985 milioni (escluso un capital gain da 53 milioni di euro per la cessione di uno store a Hong Kong), che si traduce in un margine del 34,5%: il più alto di tutti i tempi (34,3% nella prima metà del 2017).

I ricavi semestrali, già resi noti in luglio, si sono attestati a 2,85 miliardi (+5% e +11% a cambi costanti). In Asia (Giappone escluso, salito del 7%) Hermès ha messo a segno un +15% e, nonostante il clima di incertezza legato alle tensioni con gli Stati Uniti, il management parla di andamento positivo nella Cina continentale e in tutto il Paese (nella foto, lo store aperto ai primi di settembre a Xi'an).

Nel periodo la maison ha assunto 280 persone, arrivando a un organico di 13.764 persone di cui quasi 8.500 in Francia.

In tarda mattinata le azioni Hermès segnano un +2,3% alla Borsa di Parigi a 546 euro per azione, mentre l'indice Cac40 sale di mezzo punto percentuale, rispetto alla seduta di ieri, 11 settembre.

e.f.
stats