Più poteri al team manageriale

Levi's: digitalizzazione e diversificazione alla base del nuovo assetto ai vertici

Un nuovo assetto manageriale per perseguire nuove sfide: Levi Strauss ha appena annunciato una serie di cambiamenti nella leadership, con l'obiettivo di proseguire il piano di innalzamento del brand, che punta sempre più su digital e diversificazione, con un occhio attento al direct-to-consumer. Un percorso dal quale il big del jeanswear punta a uscire più forte e profittevole.

L'azienda ha promosso a tal fine il suo chief marketing officer, Jen Sey a presidente del marchio. Il nuovo assetto riunirà marketing, design, merchandising e brand experience con una visione centric-led.

Liz O'Neill, attuale executive vicepresident, product, innovation and supply chain diventerà chief operations officer e si baserà sulla forza della supply chain del gruppo per guidare la digitalizzazione, la sostenibilità e l'agilità, compreso il lancio in corso della tecnologia F.L.X..

Seth Ellison, in precedenza vice presidente esecutivo e presidente per l'Europa, sale al ruolo di chief commercial officer, alla guida delle operazioni commerciali globali dell'azienda. Il manager farà leva sull'approccio direct-to-consumer applicato con successo in Europa, per rafforzare la crescita commerciale su tutti i canali e mercati.

Per accelerare la trasformazione digitale dell'azienda, Marc Rosen, vicepresidente esecutivo e presidente Americhe, assume un ruolo aggiuntivo alla guida di un nuovo ufficio aziendale digitale. In questa veste lavorerà con i responsabili della tecnologia, del business, dei dati e dell'intelligenza artificiale in tutta l'azienda per definire l'agenda digitale dell'azienda.

A questi manager Chip Bergh, presidente e chief executive officer del gruppo, affida dunque la responsabilità dell'evoluzione strategica di Levi Strauss. «Raddoppiando i principali driver di crescita - spiega - dal continuo rafforzamento della nostra più grande risorsa, il marchio Levi's, al focus sul Dtc, e dalla diversificazione al digital, stiamo capitalizzando le opportunità create dalla pandemia globale, che ha accelerato i cambiamenti nel comportamento dei consumatori e nel panorama competitivo».

c.me.
stats