Si svuota lo storico building

Ralph Lauren lascia entro fine anno i 12 piani di 550 Seventh Avenue

Si assottiglia la schiera delle fashion house presenti all'interno del building di 24 livelli al numero 550 di Seventh Avenue, a New York. Entro fine anno Ralph Lauren lascerà vuoti i 12 piani occupati nell'edificio per riorganizzare l'assetto delle sue location in città.

A oggi, riferisce wwd.com, nell'edificio sono operative le divisioni Chaps Women’s, Lauren, Lauren Dresses, North American Wholesale e Women’s Collection. E c'è anche la produzione dei campionari delle linee Lauren, Chaps e Lauren Dresses. Unità che nei prossimi mesi saranno trasferite tra gli headquarters al numero 650 di Madison Avenue, il polo al 601 della West 26th street e la nuova location di Nutley.

Da quanto si apprende, Lauren avrebbe affittato ulteriori 35mila metri quadri nello Starrett-Lehigh building al 601 della West 26th street, dove occupa già un totale di 13mila metri quadri di superficie, dopo aver rilocato lì, lo scorso anno, le operations legate al business in Nord America. Un'aggiunta che si rivelerà strategica per riorganizzare il lavoro degli impiegati, ora sparpagliati tra la Madison Avenue, la West 26th street e diversi altri edifici in centro.

Tra le divisioni che troveranno posto nello Starrett-Lehigh ci saranno il marketing, il digital e il settore innovazione. Il trasloco partirà dall'inizio del 2019 per completarsi entro la fine dell'anno.

Per decenni l'edificio sulla Settima strada è stato l'indirizzo di riferimento nel garment district di New York, con una schiera di stilisti come Donna Karan, Oscar de la Renta, Bill Blass, Pauline Trigère, Geoffrey Beene e, per un certo periodo, anche Karl Lagerfeld. Oggi molte delle griffe hanno lasciato l'edificio, dove intanto si stanno insediando gli uffici di realtà provenienti da altri settori.

Segno dei tempi che cambiano e della necessità per molte griffe di trovare sedi più razionali, riducendo i costi. Oggi a New York ci sono i quartier generali di circa 1.600 produttori di abbigliamento e circa il 25%, ossia 400 aziende, sono presenti nel Garment Center. Realtà che si trovano ad affrontare un momento di forte competizione, in cui anche i prezzi delle location fanno la differenza. Per questo molti marchi hanno lasciato Manhattan, alla ricerca di location meno costose in altri distretti.

c.me.
stats