social responsibility

Moleskine Foundation al via con una full immersion nella creatività

Il marchio italiano di lifestyle Moleskine ha deciso di presentare la nuova Moleskine Foundation all'interno della sede di viale Piceno 17 a Milano, con un evento spalmato su più giorni e articolato in mostre, talk show, conferenze e premiazioni di start up ad alto contenuto di innovazione.

 

Il primo appuntamento è stato ieri, 24 ottobre, alle 17, con un'intervista alla presidente della Moleskine Foundation, Maria Sebregondi, da parte della giornalista del Guardian e della Cnn International Eliza Anyangwe e con interventi di Heba Y. Amin, Nigel Jabari Parker e Lorenzo Newman, change leader nel campo dell'istruzione.

 

Per l'occasione è stata inaugurata Can Creativity Change The World?, un'esposizione sulle attività legate a Lettera27, promotrice da dieci anni della quality education come chiave per far evolvere la società. Al progetto hanno contribuito nomi come Spike Jonze, Antonio Marras e Ross Lovegrove, mettendo a punto insieme ad altri personaggi di spicco degli speciali "taccuini d'arte".

 

In programma stasera un panel di discussione sul genuine storytelling, moderato da Duccio Vitali, ceo di Alkemy, realtà che ha dato vita insieme a Moleskine al magazine/piattaforma online Fold.

 

Domani è la volta dell'Innovation Day, aperto solo alla stampa, con un focus su alcune startup vincitrici del programma Open Innovation, promosso da Moleskine e Digital Magics.

 

Il 27 e 28 ottobre è prevista l'apertura al pubblico di Can Creativity Change The World?.

 

Moleskine Foundation è un'organizzazione no profit che si focalizza innanzitutto sulla garanzia dell'istruzione di qualità per tutti, prendendo il testimone di quanto ha fatto finora Lettera27, co-fondata da Maria Sebregondi.

 

Si impegna dunque a fornire ai giovani strumenti didattici ed esperienze educative non convenzionali, che contribuiranno a plasmare il pensiero critico e "laterale", oltre a organizzare iniziative volte a promuovere l'arte e la cultura e a dare un contributo al dibattito internazionale su queste tematiche.

 

Il tutto in collaborazione con una rete internazionale di intellettuali, ricercatori, istituti, situati prevalentemente in Africa, e altre organizzazioni.

 

A guidare la Moleskine Foundation, insieme a Maria Sebregondi, sono Fabio Rosciglione e Roberto di Puma, che hanno contribuito alla nascita e alla crescita di Moleskine ma che oggi non fanno più parte della società.

 

Il marchio collaborerà con la Fondazione mettendo a disposizione la sua rete, le risorse e le infrastrutture, «in un momento - dice il presidente Arrigo Berni - in cui Moleskine sta affrontando una nuova fase di sviluppo, che lo porta a rafforzare il suo ruolo di promotore di creatività e contenuti culturali, dando maggiore risalto alla responsabilità sociale di impresa» (nella foto, un notebook personalizzato da Pascale Marthine Tayou nell'opera del 2011 Many, Many (People) per Lettera27).

 

 

stats