strategie

Belen e De Martino testimonial di Piazza Italia: «Con loro diventiamo un fashion family brand»

Per la campagna pubblicitaria, ideata dal direttore creativo Stefano Ginestroni e scattata da Joseph Cardo, Piazza Italia arruola i coniugi Belen Rodriguez e Stefano De Martino. Una scelta che rispecchia il nuovo corso del marchio in un'ottica più fashion.

 

«Sembrerebbe trattarsi di una svolta nella storia della comunicazione del brand, ma in realtà - spiega a fashionmagazine.it il ceo Francesco Bernardo- non è altro che l'evoluzione naturale di un percorso iniziato cinque anni fa, con il posizionamento di Piazza Italia come marchio sponsor della gente comune».

 

«Belen Rodriguez e Stefano De Martino - continua - rappresentano la nuova famiglia italiana. Sono entrambi di umili origini e, la loro storia lo dimostra, hanno un forte senso della famiglia, che li ha portati ad avere un figlio».

 

Non solo: «Sono specchio della nostra società, in quanto attenti all'immagine e alla cura del loro fisico, e anche un esempio, perché grazie alla loro determinazione ce l'hanno fatta».

 

Da qui il nuovo claim "Fashion Family Brand", che traghetta Piazza Italia in una dimensione ancora più fashion-oriented, con proposte dal forte contenuto moda (elaborate da un team stilistico di 40 giovani creativi) e un timing produttivo e distributivo ulteriormente accelerato, «con inserimenti di prodotto a scansione mensile».

 

Senza venire meno all'appeal di un prezzo democratico, che negli ultimi anni ha consentito all'azienda di fast fashion - sinonimo di abbigliamento, intimo, calzature e accessori uomo, donna e bambino - di far fronte alla fase recessiva del mercato.

 

Nata nel 1993, Piazza Italia «è cresciuta a un ritmo di un +10-20% l'anno - precisa Bernardo - arrivando a toccare i 480 milioni di euro di fatturato previsti per il 2015 e l'obiettivo di tagliare il traguardo dei 530 nel 2016».

 

Un'evoluzione supportata da un network commerciale votato unicamente al retail: «Vendiamo solo attraverso i nostri 300 negozi - spiega l'imprenditore - e mediante l'e-store, che negli ultimi mesi ha dato risultati record».

  

Ora le energie si concentreranno «sul consolidamento della rete commerciale in Italia, che conta 260 punti vendita, ma anche sull'estero», dove attualmente sono attive una quarantina di vetrine, con in pole position Europa dell'Est e Arabia Saudita. «Guardiamo in primis all'espansione nel mercato asiatico - precisa - dove abbiamo stretto un accordo con un partner».

 

Prossimi appuntamenti in agenda, due opening nelle Filippine e un'apertura in Slovacchia.

 

stats