strategie

Brama: sulla rampa di lancio il knitwear Fine Edge

Debutta questo mese, nei sette showroom europei di Brama, la collezione Fine Edge: un nuovo progetto in-house dell'azienda modenese, nata negli anni Cinquanta come produttrice di maglieria e negli ultimi anni diventata specialista nella distribuzione in Europa di marchi contemporary from Usa.

 

Una realtà che in scuderia ha marchi come J Brand, Enza Costa, Equipment, Current/Elliott, James Perse, Mother, Norma Kamali, Opening Ceremony e Local Authority LA.

 

«Sentivamo che mancava nel nostro portfolio un brand di knitwear di alta qualità, cool e fashion oriented - racconta Renzo Braglia, ceo di Brama -. Così abbiamo deciso di metterci in gioco, facendo leva sulla nostra grande expertise nel segmento della maglieria, e di integrare Fine Edge nel network di marchi che abbiamo costruito nel corso degli anni».

 

Il marchio nasce come concept in America, per essere poi prodotto in Italia con filati in cashmere di alta qualità e lavorazioni artigianali: l'ispirazione è boho-chic, i fit sono oversize e i dettagli iperstudiati, con orli sfrangiati, frange, maniche a campana.

 

«Abbiamo pensato a donne evolute, come le protagoniste della serie Sex and the City», aggiunge Braglia, puntualizzando che le collezioni saranno quattro all'anno, con consegne mensili ai punti vendita e prezzi retail compresi fra i 380 e i 600 euro.

 

Dopo la presentazione alla fashion week di gennaio, la pre-fall 2017 a gennaio e sarà distribuita in Europa attraverso le filiali di Brama a Parigi, Anversa, Madrid, Dusseldorf, Monaco, Copenhagen e Londra, con l'aggiunta di Russia e Medio Oriente.

 

stats