strategie

Dall’unione di Limoni e La Gardenia nasce il polo del beauty luxury

Viene presentato ufficialmente a Milano stasera, 5 dicembre, LLG Leading Luxury Group, il "polo del beauty luxury in Italia", frutto dell'acquisto di La Gardenia Beauty da parte di Orlando Italy, già azionista al 50% di un altro big player del settore, Limoni

 

A presiedere la holding sarà Enrico Ceccato (fondatore con Paolo Scarlatti di Orlando Italy), mentre il ruolo di amministratore delegato andrà a Fabio Pampani, già a.d. di La Gardenia (nelle foto, a sinistra Pampani, a destra Ceccato).

 

“L’aggregazione delle due realtà era un progetto già immaginato dagli azionisti di Bridgepoint (possessori paritetici di Limoni con il fondo Orlando e al 100% di La Gardenia), mai decollato per le difficoltà finanziarie di Limoni - commenta il presidente Ceccato -. Ora che la ristrutturazione del debito è avvenuta, abbiamo potuto dare il via a questo progetto”.

 

La nuova società si troverà a gestire il 53,3% del mercato delle catene di profumerie e il 22,1% della cosmesi nazionale, diventando, di fatto, il più importante player italiano nel comparto di riferimento (con un fatturato aggregato di 370 milioni di euro e una rete di complessiva di 590 punti vendita) e uno dei primi cinque retailer al mondo.

 

Limoni e La Gardenia, pur mantenendo completa autonomia d’immagine e di identità, verranno guidate da una strategia comune, volta a rafforzarne il posizionamento sul mercato italiano. A tale proposito, LLG ha già preventivato investimenti per 30 milioni di euro da sviluppare nel triennio 2013-2015, per potenziare la rete vendita.

 

Al riguardo Ceccato specifica che: “La cifra stanziata per il rafforzamento deriva sia dall’aumento di capitale delle due aziende, sia dalla loro generazione di cassa. 21 milioni saranno indirizzati alla ristrutturazione operativa di 300 negozi Limoni, invece nove riguardano le nuove aperture di entrambe le catene, con 30 store previsti tra il 2014 e il 2015, per un totale di più di 500 shop selettivi.

 

Sempre in merito ai nuovi monomarca, l’a.d. Pampani rivela inoltre che “lo sviluppo prevederà anche la presenza di Limoni e La Gardenia in centri commerciali ancora in via di definizione, come quelli in Sicilia, Campania ed Emilia, già opzionati da LLG”.

 

stats