strategie

Fiorella Rubino: con "My Way" trasforma le consumatrici in designer

Fiorella Rubino, il curvywear fast fashion di Miroglio Fashion attivo sul mercato europeo con oltre 220 monomarca, mette al centro le singole clienti e da oggi (9 aprile) lancia il progetto My Way, la prima capsule collection di moda interamente personalizzabile.

 

Attraverso il sito fiorellarubino.com è infatti possibile customizzare modelli (dal mondo tuniche e jeans) in ogni dettaglio, dalla forma alla lunghezza, dai tessuti ai colori, fino agli accessori.

 

Tre capi con oltre 1.500 combinazioni da creare e visualizzare con l’utilizzo del 3D di ultima generazione, che possono essere anche essere visti e toccati dal vivo in oltre 170 negozi fisici, al fine di provare le taglie, sperimentare i materiali e ottenere consigli e suggerimenti da parte del personale dello store, per poi fare l’ordine online in location o da casa, per una shopping experience multicanale.

 

«Stiamo tracciando un percorso che è iniziato con una grande testimonianza già nel mese di marzo - spiega Anne van Merkensteijn, brand director di Fiorella Rubino - quando con il lancio della campagna Stile Libero e la presentazione della ricerca Le Forme della Libertà abbiamo raccontato a pubblico e stampa l’evoluzione di quel rapporto tutto speciale che ogni donna ha con la percezione del proprio corpo e con la moda».

 

Oggi il secondo step con l'accento sul concetto di personalizzazione, «perché oggi tutte leconsumatrici, al di là del proprio portafoglio - aggiunge la manager - vogliono essere considerate speciali e avere proposte uniche per loro. Attraverso questo progetto faremo spazio alla loro interpretazione creativa, trasformandole in creatrici di moda, con l’obiettivo di dare loro la possibilità di rendere il proprio look ancora più unico e differenziante».

 

Un concetto, quello della personalizzazione, non è nuovo per Miroglio Fashion, presente sul mercato con 12 brand e 1.188 punti vendita: «Già con la startup Tailoritaly la nostra azienda ha avuto la possibilità di creare cultura sull’innovazione e, in particolare, sperimentare in modo concreto questo tema - dichiara  Hans Hoegstedt, ceo di Miroglio Fashion -. Oggi, con il nuovo progetto di Fiorella Rubino, la nostra expertise in tema di customizzazione prende forma su uno dei brand più importanti del portfolio di Miroglio Fashion e diventa una personalizzazione seriale».

 

stats