strategie

Hermès investe sulla Francia: due nuovi poli produttivi e 500 assunzioni

Hermès scommette in house e annuncia che entro il 2020 saranno pronti due nuovi poli manifatturieri in Francia, che impiegheranno ciascuno 250 artigiani specializzati nella pelletteria.

 

Il luxury brand approderà a Saint-Vincent-de-Paul, un centro di circa 1.100 abitanti nel Sud del Paese, nei pressi di Bordeaux, e a Montereau-Fault-Yonne (16.500 abitatnti), nella regione del Seine-et-Marne, dove Hermès è già attivo dal 1996 in seguito dell’acquisizione delle concerie Gordon Choisy.

 

Come scrive wwd.com, la maison - 5,2 miliardi di euro di ricavi nel 2016, con un +14% messo a segno dal segmento pelletteria - ha costantemente ampliato il suo network produttivo, tanto che in madrepatria conta ora una quindicina di stabilimenti, ognuno dei quali dà lavoro a circa 250-300 dipendenti. Nel 2016 gli investimenti per gli impianti sono stati pari a 71 milioni di euro.

 

Nel 2016 Hermès ha assunto in Francia 590 nuovi dipendenti, portando il numero totale del personale a 12.834 alla fine del 2016. 400 di questi si trovano proprio nel Paese d'oltralpe, dove il 61% è impiegato in ambito manifatturiero.

 

stats