strategie

Palmieri (Piquadro): «Con The Bridge non abbiamo fretta di crescere»

«I primi due anni ci siamo posti obiettivi minimi, non vogliamo commettere errori»: dopo aver rilevato l'80% di The Bridge, Marco Palmieri parla delle strategie intorno al brand di borse di Scandicci e svela i prossimi step di Piquadro, tra cui un altro negozio in Russia.

 

«Con questa acquisizione, sperando sia la prima di altre - dice Palmieri - ci siamo legati a una realtà dall'identità straordinaria. È un brand dal grande fascino, che da 50 anni vende gli stessi prodotti, dalla qualità altissima».

 

A Pitti Uomo il gruppo ha dato un primo assaggio del suo intervento, «per rendere la collezione più fresca e contemporanea, ma nel rispetto della tradizione», come evidenzia Palmieri.

 

In vetrina i prodotti icona del marchio, realizzati in cuoio The Bridge pieno fiore, tra cui lo zaino dalle forme morbide e stondate, ideale per i giovani professionisti ma anche gli hipster in sella alla loro bici, perché perfetto per trasportare iPad o Macbook, oppure la briefcase in versione contemporanea, con una doppia zip che facilita l'introduzione di tablet e computer portatili, grazie a uno scomparto interno imbottito e accessoriato.

 

Anche sul fronte distributivo, Piquadro non è entrato a gamba tesa nel business: «Il baricentro commerciale del brand, che ha tra i 500 e i 600 clienti a livello internazionale - spiega Palmieri - sarà mantenuto per il momento sui mercati più forti, come Germania e Inghilterra».

 

Progetti in cantiere, alla voce distribuzione, ci sono anche per Piquadro (che ha chiuso l'ultimo semestre in crescita del 3,1%, a quota 34,20 milioni di euro): il brand nel 2017 continuerà a lavorare su una riqualificazione del network e sullo sviluppo retail con altre «tre-quattro aperture», come anticipa l'imprenditore, tra cui una in Russia, mercato tornato sotto l'"ala" del marchio.

 

La scorsa primavera il gruppo ha infatti avviato un nuovo piano di investimenti nel mercato russo, riportando in-house la gestione del business e acquisendo il controllo dei cinque monomarca attivi a Mosca. «Anche il prossimo opening - aggiunge Palmieri - sarà nella capitale. Stiamo valutando la location». (nella foto, i borsoni The Bridge, realizzati in cuoio The Bridge pieno fiore e declinati nei colori rosso, giallo e blu).

 

stats