strategie

Re-Bello arruola Batticciotto (ex Malìparmi). In vista il primo monomarca ecofriendly

A circa tre anni dal lancio, Re-Bello, marchio 100% sostenibile firmato da Ivana Omazic, entra in una nuova fase di crescita, rinforzando il management e preparando il debutto nel canale retail con il primo negozio monomarca.

 

Nato come start-up, il sustainable fashion brand altoatesino nel 2015 è stato finanziato con mezzo milione di euro da L Venture Capital e Italian Brand Factory, con l'obiettivo di portare questa realtà a diventare un leader nel settore ecosostenibile.

 

Dopo aver portato nel team - e rinnovato l'accordo - con la stilista di origini croate Omazic (che vanta trascorsi in Prada Sport, Jil Sander, Miu Miu, Céline e Maison Margiela), Re-Bello si focalizza ora sul côté commerciale e chiama a far parte dello staff Antonio Batticciotto, ex amministratore delegato di Malìparmi, che si occuperà delle strategie distributive del brand.

 

Obiettivo: crescere sui mercati internazionali e costruire un network di store ecosostenibili, con l'inaugurazione del primo monomarca, previsto nel 2018.

 

Ancora in via di definizione la location: «Sulla città dove aprire sono state fatte delle ipotesi concrete - spiega a fashionmagazine.it il ceo Daniel Tocca - ma è presto per dirlo. Possiamo sicuramente confermare che la prima insegna sarà nel nostro Paese».

 

Parallelamente crescerà anche il canale wholesale - presidiato con circa 200 multimarca in Italia, Germania, Austria, Svizzera, Olanda e Belgio - attraverso l'ingresso in mercati come Giappone, Usa e Corea e il consolidamento dell'area europea con la copertura di Scandinavia, Uk e Spagna.

 

Fondato circa tre anni fa a Pineta di Laives (Bz), Re-Bello ha fatto dei materiali sostenibili il proprio segno distintivo: le collezioni, uomo e donna, sono prodotte con fibre eco come eucalipto, bamboo, cotone organico, lana riciclata, cipresso.

 

Ricerca e innovazione rappresentano il diktat aziendale: ne sono un esempio l'utilizzo della fibra di ortica e il Pet riciclato delle bottiglie d'acqua, la concia della pelle in essenza di foglie di ulivo, le tinture vegetali e della lana di montagna per le imbottiture dei capospalla.

 

«Re-bello si è presentato tre anni fa come una start-up inedita per il settore moda - commenta Tocca -. Ora, grazie a L Venture Capital e Italian Brand Factory, che hanno creduto in noi sin dall'inizio, alla conferma della preziosa direzione artistica di Ivana Omazic e all'ingresso di Antonio Batticciotto, siamo pronti a proporci come una delle più convincenti realtà del fashion system italiano nel mondo».

 

stats