strategie

Rebecca Minkoff accelera in Europa: sbarco a Milano nel 2018

Presente da alcuni anni sul mercato europeo nel canale wholesale, la stilista Usa Rebecca Minkoff cambia marcia: si allea con Todo, joint venture fra Doro Group e Tomorrow London, e inizia l'espansione retail nel Vecchio Continente. Dopo aver aperto a Venezia, ora tocca a Milano. L'opening nel 2018.

 

Arrivata a Italia senza farsi spaventare dal lungo viaggio (è incinta del terzo figlio), la designer americana ha incontrato ieri, 29 novembre, nella sua showroom di via Archimede le 20 studentesse della Social Academy, il primo master in Italia per i protagonisti dell'influencing marketing, certificato da Condé Nast, con il contributo scientifico e didattico di Sda Bocconi.

 

Un'occasione per svelare i nuovi progetti in territorio europeo, dopo il successo ottenuto oltreoceano, grazie a una collezione partita dalle borse e diventata un total look, con abbigliamento, calzature, orologi, mobile accessories e da poco anche occhiali, e a una strategia di marketing che mette il digital al centro (900mila i seguaci di Twitter e circa 800mila quelli su Instagram).

 

Lo scorso settembre il brand ha aperto in sordina un flagship store a Venezia al 4753 di sestiere San Marco - primo store europeo dopo l'alleanza siglata con Todo, che gestirà produzione e distribuzione di Rebecca Minkoff sul territorio europeo - raccogliendo feedback preziosi per proseguire l'avanzata nel retail: «Siamo ancora all'inizio - spiega a fashionmagazine.it la stilista - ma abbiamo già pianificato di arrivare a Milano nel 2018 e di andare poi alla conquista di Parigi».

 

«Ho grande fiducia in Todo, joint venture fra Doro Group e Tomorrow London (che conta showroom a Londra, Milano, Parigi e New York, ndr) - continua la creativa -. Con loro svilupperemo borse, scarpe e ready to wear dal lusso accessibile: spero che le consumatrici europee sapranno apprezzare gli alti standard qualitativi delle collezioni, disponibili a prezzi affordable».

 

La divisione europea di Rebecca Minkoff ha generato nel 2017 10 milioni di euro, ma l'obiettivo è di quadriplicare la cifra nel giro di cinque anni, arrivando a quota 40 milioni di euro: una business unit che andrà a rafforzare un fatturato che si aggira intorno ai 100 milioni di dollari.

 

Il negozio di Venezia (e quelli previsti a Milano e Parigi) arricchiranno un network retail che conta attualmente monomarca a Chicago, San Francisco, Los Angeles e New York, quest'ultime location dove Rebecca Minkoff ha sfilato nelle ultime stagioni con show "see now buy now".

 

Nonostante qualche nome illustre (per esempio Tom Ford) abbia fatto dietrofront rispetto a questa strategia, la stilista rimane convinta della formula: «Credo i clienti - osserva - non debbano aspettare sei mesi prima di trovare disponibile un capo o un accessorio, ma possano acquistarlo subito online e offline, perché con i social diventa subito tutto obsoleto».

 

In attesa del debutto a Milano (ancora top secret tempi e location), i legami con l'Italia si fanno più stretti anche grazie all'accordo, annunciato il mese scorso, con il player veneto dell'occhialeria Safilo, che produrrà e distribuirà le collezioni di occhiali da vista e da sole a marchio Rebecca Minkoff fino al 2024.

 

Doppio l'appuntamento per l'ingresso sul mercato: i sunglasses debutteranno nell'autunno 2018, mentre le montature da vista nel gennaio 2019.

 

stats