strategie

Tecnica Group: insieme a Italmobiliare punta a 500 milioni di ricavi

La holding di partecipazioni Italmobiliare entra in Tecnica Group, detenendo il 40% della realtà attiva nei settori calzature outdoor e attrezzature da sci da circa 370 milioni di euro di ricavi stimati per il 2017. L'obiettivo di toccare il tetto dei 500 milioni diventa più raggiungibile.

 

La firma del contratto ha comportato da parte di Italmobiliare un impegno finanziario di 60 milioni di euro, destinato a un mix tra aumento di capitale e prestito obbligazionario per Tecnica e l'acquisto di una quota, pari appunto al 40%, dalla famiglia Zanatta, che ha fondato Tecnica nel 1960.

 

Oggi Tecnica Group è sinonimo di un portafoglio articolato di marchi: Tecnica (scarponi da sci e footwear), Nordica (sci e scarponi), Moon Boot (footwear, nella foto da Instagram), Lowa (brand tedesco di riferimento per le scarpe da trekking), Bizzard (marchio austriaco di sci) e Rollerblade (pattini in linea e da ghiaccio).

 

Dopo una riorganizzazione, per la società con headquarters a Giavera di Montello (Treviso) il 2016 è stato l'anno della svolta, con un fatturato consolidato pari a 334 milioni di euro e 360 milioni inizialmente pianificati per il 2017, in crescita di circa l'8%.

 

«In realtà - spiega l'a.d. di Tecnica Group, Antonio Dus - i dati pre-consuntivi stimano una chiusura intorno ai 370 milioni, il che potrerebbe a un incremento anno su anno del 12%».

 

«Per quanto riguarda l'ebitda - prosegue Dus - il grande salto è avvenuto già tra il 2015 e il 2016, quando ci siamo assestati a 27 milioni, rispetto ai 21 dell'anno precedente, con un +30% circa. Un dato confermato a previsione per l'anno in corso, quando l'ebitda sarà ulteriormente in crescita, potenzialmente sopra i 31 milioni».

 

Risultati ottenuti grazie alle buone performance di tutti i brand nel 2017, con Tecnica in progresso dell'11%, Blizzard dell'8%, Nordica del 15%, Lowa del 15% e Moon Boot addirittura del 50%.

 

Il piano industriale di sviluppo varato nel 2016 si proietta verso un fatturato di 500 milioni di euro, seguendo quattro linee strategiche: il rafforzamento delle singole label, con un'elevata attenzione al consumatore finale e alle sue richieste; una spinta all'innovazione, per immettere sul mercato prodotti fortemente differenziati; investimenti in nuove risorse nel canale digitale; maggiore efficienza produttiva e logistica.

 

L'operazione annunciata ieri, 30 novembre, dà nuove frecce all'arco di questi ambiziosi obiettivi. «Questa intesa rappresenta un passo molto importante per un'azienda come la nostra - ribadisce Alberto Zanatta, presidente di Tecnica Group - da sempre orgogliosa della propria storia di imprenditoria famigliare. D'altra parte, siamo consapevoli del fatto che la competizione internazionale richiede armi diverse rispetto a 57 anni fa, quando siamo nati. Non possiamo che essere molto felici del nuovo corso: abbiamo trovato in Italmobiliare e nella famiglia Pesenti un partner che condivide la nostra passione e visione di impresa».

 

Carlo Pesenti, consigliere delegato di Italmobiliare, assicura che la holding di partecipazioni (quotata alla Borsa Italiana e con un Net Asset Value di circa 1,5 miliardi di euro) «potrà garantire, attraverso il sostegno finanziario e manageriale, i piani di sviluppo e diversificazione del gruppo, apportando inoltre il proprio know-how per la valorizzazione del business. Un investimento che si integra perfettamente con il nostro portafoglio di partecipazioni, rafforzandone il profilo industriale in un settore con grandi potenzialità di crescita».

 

stats