strategie

Woolrich International: dopo il big merger, 2016 in crescita. Nel 2017 megastore a Milano

Numeri in crescita e outlook positivo per Woolrich International, la società nata nel novembre 2016 dalla fusione tra Woolrich Europe e Woolrich Inc.. Il gruppo archivia il 2016 in crescita del 9%, a 190 milioni di dollari, e prevede un andamento positivo per il 2017. Intanto si scaldano i motori per l'opening di un grande negozio a Milano, in zona San Babila.

 

700 metri quadri, il punto vendita sarà aperto il prossimo autunno a un indirizzo ancora top secret e sarà il concept pilota del nuovo retail format, basato sui contenuti emozionali. Non solo prodotto e non solo Woolrich ma anche una serie di collaborazioni con altri brand e porte aperte al food e al green, con un'area dedicata alle piante.

 

«Lo store di Milano sarà l’occasione per sperimentare un nuovo modo di fare retail - commenta il global creative director Andrea Canè -. I negozi brick and mortar sono e rimarranno importanti ma devono cambiare pelle, offrendo non solo prodotto, ma anche servizio ed esperienze. Mi piace pensare al flagship nel capoluogo lombardo al tempo stesso come una lounge, un luogo di passaggio all’insegna del comfort e della customer care e come un hub di sperimentazione e di contaminazioni».

 

Oltre a Milano, ulteriori aperture sono previste entro fine anno in altre capitali importanti come Toronto, all’interno dello Yorkdale Mall e Düsseldorf, che seguono quelle recenti di Tokyo, presso Ginza Six, e a Stoccarda, nel nuovissimo luxury mall situato all’interno del Dorotheen Quartier.

 

L’area direct to consumer è uno dei cardini dello sviluppo societario, sia per il canale retail che per quello e-commerce. La strategia prevede un ampliamento del network retail nel 2017, con l’apertura di nove store, che andranno ad aggiungersi ai 24 già esistenti nel 2016. L'e-commerce cresce a doppia cifra su tutti i mercati, grazie a un piano di investimenti in digital marketing e social media a livello globale.

 

Nel 2016 Woolrich International ha registrato performance positive rispetto all'anno precedente su ogni canale e nelle principali aree. In particolar modo, l'Emea ha registrato un +18% e l'Apac un +21%.

 

In Nord America è in atto un piano di riposizionamento e lancio della linea Woolrich John Rich & Bros sia sul canale wholesale qualificato che nell'e-commerce, con un piano di investimenti dedicati a supporto.

 

«Dalla fusione con Woolrich Inc. il nostro orizzonte è diventato globale - commenta Cristina Calori,president e chairman diWoolrich International -. Abbiamo molti progetti in cantiere e un piano di aperture retail nelle maggiori capitali mondiali. Sto valutando nuove partnership a livello internazionale per accelerare il piano di sviluppo».

 

«Siamo fiduciosi nello sviluppo del marchio, alla luce dei trend del 2016 e dell’andamento positivo della campagna vendite autunno/inverno 2017-2018 - ha dichiarato Paolo Corinaldesi, ceo di Woolrich International -. Abbiamo un business plan molto ambizioso, che vede forti investimenti e progetti inediti».

 

stats