Sul palco Giuliano Sangiorgi ha cantato "Meraviglioso"

La cruise di Dior a Lecce: il ritorno alle origini di Maria Grazia Chiuri, tra arte, moda e tradizioni

La nuova collezione cruise di Christian Dior ha sfilato ieri sera 22 luglio a Lecce, in Puglia, terra di origine della famiglia di Maria Grazia Chiuri. La direttrice creativa della maison ha messo in scena in Piazza del Duomo, addobbata con le luminarie di Marinella Senatore e senza pubblico causa Covid, un evento sul crinale tra moda, musica e arte. Seguitissimo sui social, lo show si è chiuso sulle note della canzone Meraviglioso, interpretata da Giuliano Sangiorgi.

La sfilata è stata un viaggio nella memoria di Maria Grazia Chiuri: «Mio padre è nato a Tricase e qui è nata anche mia figlia - ha spiegato la stilista alla conferenza stampa, accanto al sindaco di Lecce, Carlo Salvemini - e qui ritorno ogni estate da quando ero piccola».


Il progetto della collezione è stato architettato come un'opera corale, ricca di sapienza artigianale, in cui ogni minimo dettaglio enfatizza quel processo di creazione collettiva che mette insieme memoria e valore, cultura, futuro e tradizioni uniche.

Per la realizzazione delle sue creazioni, Maria Grazia Chiuri si è avvalsa del contributo di artigiani e manodopera locale: da Agostino Branca, ceramista di Tricase, che ha realizzato opere ispirate ai tarocchi, alla Tessitura Calabrese, che produce tessuti per l'arredamento, fino a Le Costantine, associazione di donne che ha sede a Uggiano La Chiesa e che protegge la cultura del pizzo al tombolo.

Testimonianza di un sapere antico dove anche l'errore diventa un nuovo spunto per sperimentare e dare chiavi di lettura inedite alla materia tessile, da cui prendono forma una serie di giacche, tra cui l'iconica Bar Jacket, e le gonne, che sul retro riportano ricamato il motto de Le Costantine Amando e Cantando.

 

È a Miss Dior, l'iconico abito a motivi floreali del 1949, che l'artista Pietro Ruffo ha guardato per reinventare, con il suo segno, un campo costellato dalle spighe e da quei fiori, come il papavero, che nascono spontanei e che per Maria Grazia Chiuri ancora oggi sono il paesaggio dell'estate. Una diversa narrativa della natura che si dispiega in abiti lunghi di cotone leggero, camicie e shorts. 

 

È stato sempre Pietro Ruffo a creare una serie di cinque fiori in versione cartiglio con motti come Les Parfums sont les sentiments des fleurs, per una nuova araldica che prende ispirazione dalle illustrazioni racchiuse nel libro del 1638 De Florum Cultura di Giovanni Battista Ferrari.

 

La diversa percezione del ricordo di monumenti e piazze decorate con le luminarie diventa mappa sentimentale dell'incanto fanciullesco, grazie alla reinterpretazione dell'artista Marinella Senatore, per poi trasformarsi in un motivo di stampe formato foulard in colori diversi, ma anche in decorazioni ricamate e realizzate con punto a giorno.

 

Il contrappunto di questo sogno si tramuta in una sorta di utopia concreta, che attraverso le azioni dei danzatori popolari salentini diretti da L-E-V Sharon Eyal /Gai Behar sulle note dell'Orchestra della Notte della Taranta, hanno scandito i vari momenti della sfilata con la loro partecipazione.

 

Al termine dello show Giuliano Sangiorgi, leader dei Negramaro, vestito con uno smoking sartoriale, si è esibito in una speciale performance al piano, omaggiando la Puglia e Domenico Modugno, sulle note della canzone Meraviglioso.


Un evento sotto i riflettori degli addetti ai lavori e non solo, che ha attirato nel Salento anche una platea vip di primissimo piano: Chiara Ferragni con il marito FedezStefania Rocca con Carlo Capasa, presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana e il magnate di Lvmh, Bernard Arnault (del cui gruppo Dior fa parte), Johnny Depp con Charlize Theron, la famiglia Beckham Domenico Dolce Stefano Gabbana.


La diretta streaming sui canali online ha tenuto incollati per oltre 20 minuti migliaia di utenti. Solo sulla pagina istituzionale della maison sono stati infatti 12mila a seguirla, mentre la diretta facebook ha registrato una media di 14mila visualizzazioni al minuto.

a.c.
stats