superato nel quarter il miliardo di visite

Zalando cresce double digit nel trimestre e diventa carbon neutral

Una crescita in tutte le aree geografiche ha contraddistinto il terzo quarter di Zalando. I ricavi dell'e-tailer si sono attestati a 1,5 miliardi di euro, in aumento del 26,7% dai precedenti 1,2 miliardi, con un Gmv (Gross Merchandise Value) salito del 24,6% a 1,9 miliardi.

Per la prima volta nella sua storia, l'azienda tedesca ha registrato visite trimestrali superiori al miliardo, +37,3% anno su anno, espandendo la customer base a 29,5 milioni di persone (+17,5%).

L'ebit adjusted si è portato da -38,9 milioni agli attuali 6,3 milioni, con un margine dello 0,4%. Da segnalare la riduzione della perdita netta, da -41,7 a -13,6 milioni di euro.

Tra i Paesi che hanno dato più soddisfazioni a Zalando spiccano la Spagna, le nazioni del Nord Europa e la Repubblica Ceca, dove nel quarto trimestre sarà lanciato lo "shopping club" Zalando Lounge. Nella regione Dach (Germania, Austria e Svizzera) le vendite hanno fatto un balzo del +22,9%, mentre per il resto d'Europa si parla di un +30,8%.

Uno sguardo ai nove mesi evidenzia un fatturato di 4,5 miliardi di euro (+20,7%) e un Gmv di 5,7 miliardi (+23,5%). L'ebit adjusted è raddoppiato a 114,5 milioni, con un margine del 2,5%.

Secondo le stime del management, il fiscal year si chiuderà con un incremento del Gmv tra il +20% e il +25% e, per quanto riguarda il giro d'affari, si prospetta un rialzo nella parte bassa di questo range.

L'adjusted ebit si collocherà nella metà superiore dell'intervallo tra i 175 e i 225 milioni di euro e le spese in conto capitale saranno intorno ai 300 milioni di euro.

Al di là dei numeri, uno degli hot topic della società berlinese è la sostenibilità, attraverso la strategia Do.More, che rappresenta una sfida ambiziosa in un ambito, come quello in cui opera Zalando, in cui emissioni e altre fonti di inquinamento sono alte.

Di ieri, 30 ottobre, l'annuncio che tutte le operazioni, le consegne e i resi saranno carbon neutral, mentre da quest'anno il 90% dell'energia utilizzata nelle sedi aziendali proviene da fonti rinnovabili: ma la vera criticità sarà o sarebbe coinvolgere l'intera supply chain nelle nuove regole.

Una deadline importante è il 2023, quando verrà eliminata completamente la plastica usa e getta dai packaging. Già oggi le scatole sono realizzate in materiali riciclati al 100%, le buste in plastica riciclata all'80% e quelle destinate ai cosmetici in 100% carta riciclata.

Una delle private label di Zalando, Zign, è diventata il primo marchio sostenibile inhouse, contraddistinta da una "sustainability flag", come molti altri prodotti commercializzati nel sito e nella relativa app.

Da citare inoltre la piattaforma di resale Zalando Wardrobe, che nell'anno in corso arriverà a prolungare la vita di circa un milione di pezzi, tra abbigliamento e accessori (nella foto, l'influencer Pernille Rosenkilde, alias @prosenkilde, nella nuova campagna di Zalando Small steps. Big Impact, la prima focalizzata specificamente sulla sostenibilità). 

a.b.
stats