top manager

Confermato: Di Marco, ex Gucci, entra nel board di Dolce&Gabbana

Alla fine, dopo tanti rumors è arrivata l'ufficialità: l'ex numero uno di Gucci Patrizio Di Marco è entrato nel board di Dolce&Gabbana. Per il manager,13 anni trascorsi nel gruppo Kering, prima gestendo Bottega Veneta e poi Gucci, è stato ritagliato inoltre un ruolo da consulente.

 

L'ingresso del top manager nel consiglio di amministrazione è stato confermato dalla stessa Dolce&Gabbana, ma secondo fonti vicine al gruppo non è da escludere che a breve possa essergli assegnata una carica chiave all'interno della società di moda.

 

Dolce&Gabbana ha archiviato l'esercizio 2014/2015, terminato a fine marzo dell'anno scorso, a quota 1.055,9 milioni di euro.

 

Di Marco ha lasciato Gucci a fine 2014 insieme alla moglie, la stilista Frida Giannini. Il suo patto di non concorrenza con il brand della doppia G è scaduto lo scorso gennaio e subito sono iniziate le trattative per entrare in Dolce&Gabbana, dove sempre a inizio 2016 era arrivata Diana Zanetto, storico braccio destro di Di Marco, circostanza che aveva alimentato i rumors.

 

A un certo punto si era fatta largo la notizia che le trattative tra le parti fossero saltate e si era fatto il nome di Di Marco per la poltrona di ceo di Salvatore Ferragamo, dove invece è stato chiamato Eraldo Poletto.

 

Secondo i ben informati, Di Marco in questi giorni è già al lavoro per studiare l'organizzazione del gruppo: tra i dossier sulla sua scrivania anche la quotazione della società.

 

 

stats