traguardi

Furla verso una chiusura d'anno a doppia cifra. Nel 2017 collezioni per il 90esimo

Non si arresta la corsa di Furla. Il marchio di borse e accessori prevede di chiudere l'esercizio 2016 con ricavi in aumento a doppia cifra e la prospettiva di replicare il trend anche nel 2017, anno in cui l'azienda festeggerà i 90 anni di attività. «A novembre le vendite segnavano +26%», racconta la presidente Giovanna Furlanetto.

 

«Stiamo vivendo un momento magico - commenta Furlanetto -. Questa crescita è frutto del grande lavoro fatto negli ultimi anni, sul prodotto e sulla distribuzione».

 

«Nel 2017 compiremo 90 anni - prosegue -. A luglio ci sarà una grande festa nella sede di Bologna, ma abbiamo intenzione di celebrare l'anniversario durante tutti i 12 mesi, con una serie di iniziative anche di prodotto».

 

Il cuore del business è sempre più spostato sull'estero: l'80% del giro d'affari è realizzato fuori dall'Italia, con il Giappone ormai da un paio d'anni saldamente in testa: «Siamo attivi in 90 mercati - dice Furlanetto - e date le instabilità geopolitiche di questi tempi, è meglio non puntare su un'unica area geografica».

 

Le nuove frontiere per Furla sono Australia, «dove abbiamo già tre monomarca», Nuova Zelanda e Canada: «Un Paese - precisa Furlanetto - in cui la clientela è molto evoluta e si sta dimostrando ricettiva rispetto al prodotto».

 

stats