BILANCIO OLTRE LE STIME DEGLI ANALISTI

Nuove fasce di consumatori, difesa del prezzo: le strategie di Ralph Lauren

Dopo un secondo quarter chiuso a quota 1,58 miliardi di dollari (+13% a valute costanti), leggermente sopra le stime degli analisti, trainato da un +30% in Asia sempre a valute costanti, il presidente e ceo di Ralph Lauren, Patrice Louvet, ha rilasciato alcune dichiarazioni.

Ha sottolineato, in particolare, che la priorità del brand è «diventare il luxury lifestyle brand leader a livello mondiale», anche estendendosi a nuove fasce di consumatori - nell’ultimo quarter se ne sarebbero aggiunti 1,3 milioni - e restando al di sopra della battaglia dei prezzi.

«Siamo nel pieno del Next Great Chapter: Accelerate Plan - ha affermato - focalizzato su un posizionamento alto». Uno degli eventi mediatici che negli ultimi mesi hanno acceso i riflettori sul brand è stato il matrimonio tra Jennifer Lopez e Ben Affleck, mentre un passo avanti verso il pubblico giovane è stata la partnership con Epic Games, attivo nel gaming e nel metaverso con il videogioco multipiattaforma Fortnite (nella foto).

Se le vendite del periodo sono cresciute, l’utile netto adjusted è calato, da 193 a 150,5 milioni di dollari. Nei sei mesi Ralph Lauren ha registrato un fatturato di oltre 3 miliardi di dollari, dai precedenti 2,8 miliardi. Anche in questo caso l’utile netto è sceso, da 358 a 273,9 milioni di dollari. L’outlook sul fiscal year 2023, secondo le stime, sarà all’insegna di una progressione dei ricavi nel range high-single digits.

Recentemente la griffe ha inaugurato a Milano, in via Spiga 14, il suo più grande monomarca europeo dedicato al kidswear, di fronte al flagship per l’adulto: un punto vendita di 300 metri quadri su due livelli, che racchiude l’intera offerta Ralph Lauren Children per il segmento 0-18 anni.

A cura della redazione
stats