Trimestre meglio delle attese

Farfetch passa dalla perdita all’utile (pre-tasse)

L’aumento della domanda di lusso online sostiene i conti di Farfetch. Nel primo trimestre i ricavi del marketplace, che controlla anche New Guards (Off-White, Palm Engles Ambush tra i marchi), sono saliti del 46% a 485 milioni di dollari, contro una previsione degli analisti di 457 milioni.

Il gross merchandise value (valore totale degli ordini processati) è aumentato a 915,6 milioni di dollari, dai 610,9 milioni del primo trimestre 2020. Di questo totale, 790 milioni riguardano direttamente la nota piattaforma di e-commerce di moda (+60%).

L’ebitda adjusted ha ridotto il rosso da 22 a 19 milioni di dollari e il risultato prima delle imposte è stato pari a 516,7 milioni, dalla precedente perdita di 79,2 milioni.

La perdita per azione è leggermente aumentata da 24 a 28 centesimi, in linea con il consensus degli analisti raccolto da FactSet.

Farfetch si aspetta una crescita fra il 35% e il 40% del gross merchandise value annuale, che dovrebbe collocarsi fra 3,73 e 3,87 miliardi di dollari.

Attualmente la società quotata a New York ha una capitalizzazione intorno ai 15 miliardi di dollari, ma da inizio anno le azioni hanno perso circa il 39% del loro valore. Poco prima delle 18 italiane il titolo Farfetch segna un +14% alla Borsa di New York, al prezzo di 42,54 dollari (nella foto, il fondatore e ceo José Neves).

e.f.
stats