UN AFFARE TUTTO IN FAMIGLIA

Missoni acquisisce il 100% delle attività operative di T&J Vestor

Missoni ha completato l’acquisizione del 100% delle attività operative di T&J Vestor, la manifattura fondata nel 1921 e guidata oggi dalla terza generazione delle famiglie Torrani e Jelmini.

Con sede negli stabilimenti di Golasecca (Varese), sulle sponde del Ticino, T&J Vestor è attiva nel settore degli articoli per arredo e decorazione d’interni principalmente a marchio Missoni Home e conta showroom a Milano, Parigi, Londra e New York.

L’integrazione della società con il gruppo Missoni permetterà un ulteriore sviluppo della linea casa verso il segmento contract e hospitality, offrendo una collezione completa di articoli, dalla biancheria per la casa ai tessuti, dalla carta da parati ai tappeti e le moquette, dagli imbottiti ai complementi d’arredo.

«La cessione delle attività operative di T&J Vestor a Missoni consentirà un nuovo sviluppo nel mondo dell’arredamento per la casa e dei progetti di design a firma Missoni Home, con l’obiettivo di valorizzare su scala internazionale i tanti anni di preziosa collaborazione», afferma Alberto Jelmini, a.d. di T&J Vestor.

L’investimento - che punta a un controllo del marchio e del posizionamento in tutte le categorie di prodotto e ha l’obiettivo di accrescere ulteriormente la presenza internazionale - è stato effettuato con risorse finanziarie a disposizione di Missoni, grazie all’aumento di capitale sottoscritto dal fondo Fsi nel 2018 e destinato a iniziative di crescita del marchio.

«L’acquisizione di T&J Vestor, l’azienda fondata dal nonno di mia madre Rosita (attualmente presidente onorario di Missoni Spa e direttore creativo di Missoni Home, ndr), ci permetterà di dare ai nostri clienti l’opportunità di conoscere e vivere il lifestyle, l’ospitalità, e la passione per il design che da sempre caratterizza la nostra famiglia, offrendo un’esperienza completa all’interno del mondo Missoni», afferma Angela Missoni, presidente e direttore creativo di Missoni.

Oggi il gruppo con sede a Sumirago (Varese), che impiega circa 400 persone e appartiene per il 58,8% alla famiglia Missoni e per il 41,2% al fondo Fsi, genera un fatturato complessivo di oltre 150 milioni, realizzato per oltre il 75% all’estero.

a.t.
stats