Un altro e-tailer di moda in Borsa

Global Fashion Group: in luglio la quotazione a Francoforte

Il fashion e-tailer Global Fashion Group (Gfg), attivo nei mercati snobbati dai big del settore, si prepara al listing ai primi di luglio.

Come riporta il Financial Times, l’obiettivo della raccolta, sulla piazza finanziaria di Francoforte, è accelerare la crescita in Russia, Brasile e Indonesia. Le aspettative sono di rastrellare 300 milioni di euro.

Attualmente i maggiori azionisti sono la società svedese di investimenti Kinnevik, che ha in mano il 35% del capitale e l’incubator tedesco Rocket Internet, che detiene il 21%.

Il modello di business è simile a quello di Zalando, che si è quotato nel 2014, ma Gfg si focalizza su territori normalmente ignorati dei big dell’ e-commerce di moda come la Malesia, Australia, Nuova Zelanda, America Latina e la Comunità degli Stati Indipendenti, (un mercato che supera il miliardo di consumatori), che vengono raggiunti attraverso quattro piattaforme: The Iconic, Zalora, Dafiti e Lamoda (nella foto). I machi distribuiti, invece, sono più di 10mila.

In consumatori attivi sono 11milioni, che nel 2018 hanno permesso di raggiungere 1,5 miliardi di di euro di ricavi. Il net merchandise value lo scorso anno è salito del 23% a 1,45 miliardi e l’ebitda adjusted è risultato negativo ma in miglioramento: 49,8 milioni di euro, dal precedente rosso di -98 milioni.

La scelta di Gfg, che è stato fondato otto anni fa, conferma l’intensificarsi di Ipo nell’e-commerce. Nei giorni scorsi The RealReal, che vende sul web il lusso di seconda mano, ha confermato che andrà in Borsa a New York, dove da aprile è scambiato Jumia, l’Amazon africano. Il gigante cinese Alibaba, invece, starebbe valutando la doppia quotazione: dopo gli Stati Uniti, Hong Kong.
e.f.
stats