Un business da $ 2 mld

Saks Fifth Avenue scorpora l’e-commerce e arriva il venture capital

Come si vociferava già da qualche tempo, Saks Fifth Avenue ha deciso di scorporare dal gruppo le vendite online e subito il venture capital si è fatto avanti: la società Insight Partners ha messo sul piatto 500 milioni di dollari per una quota di minoranza di saks.com, che valorizza le vendite online dell’insegna americana 2 miliardi di dollari (due volte il fatturato annuale).

«L’e-commerce di lusso è pronto per una crescita esponenziale», ha commentato Richard Baker, executive chairman e ceo di Hbc, proprietario di Saks Fifth Avenue, che mantiene il controllo totale della rete di 40 store fisici.

Marc Metrick, il precedente presidente e amministratore delegato dei due business combinati, salirà al timone della nuova digital company Saks. Sebastian Gunningham - ex dirigente di Amazon, con un passato in ruoli a livello di executive presso Apple e Oracle - entrerà a far parte del board in veste di advisor.

Il veterano di Saks, Larry Bruce, che da otto anni è director degli store, prende la carica di president di Sfa e riporterà direttamente a Baker, mentre non è ancora noto il nome di chi avrà il ruolo di ceo del business tradizionale.

Il retailer HBC, proprietario anche della catene canadese di department store Hudson's Bay e della catena di outlet Saks Off Fifth, è diventato una private company lo scorso anno e vede fra i soci lo stesso Richard Baker.

Il venture capital Insight Partners invece ha investimenti in tech e software company tra cui Shopify e Qualtrics. Ora ha tutta l’intenzione di voler partecipare ai successi delle piattaforme che vendono abbigliamento online, le cui performance sono state amplificate dalla pandemia.

Nei giorni scorsi Abercrombie & Fitch ha reso noto che i ricavi annuali derivanti dalle vendite online sono aumentati del 39% a circa 1,7 miliardi di dollari: si tratta di quasi il 55% del fatturato annuale (3,1 miliardi). Un’altra americana, Gap, nell’esercizio chiuso il 31 gennaio ha realizzato un +54% delle vendite online: a 6 miliardi di dollari, rappresentano il 45% del giro d’affari totale, dal 25% del 2019.

All’inizio dell’anno si è parlato anche di un possibile collocamento in Borsa di

saks.com, che genera 1 miliardo di dollari di ricavi annuali, circa il doppio di quelli di Mytheresa, che ha debuttato sul listino di New York lo scorso 21 gennaio. 

e.f.
stats