Un nuovo corso per le due aziende

Tonali e Biancalancia uniscono le forze per competere sul mercato internazionale

Sviluppare sinergie, ottimizzare e rendere maggiormente efficienti i processi industriali, rafforzare la distribuzione: con questa mission la catena di negozi Tonali e Scudrera, titolare del brand Biancalancia, hanno deciso di unire le loro competenze rispettivamente nel mondo retail e nell’innovazione stilistica, per consolidare le posizioni sul mercato domestico e porre le basi per un ulteriore sviluppo internazionale.

Alessandro Tortato, a.d. di Scudrera, parla di una «fusione d’intenti, con fondamenta basate su valori e persone».

«Il primo step – spiega – parte da uno scambio azionario reciproco, che avvia il processo di integrazione fra le due aziende. L’obiettivo è una crescita che avverrà attraverso l’esaltazione dei punti di forza di entrambe le realtà, ovvero l’esperienza pluriennale di Tonali nella distribuzione diretta e la visione worldwide di Scudrera nella creazione di una collezione e nella valorizzazione di un marchio a livello internazionale».

Biancalancia diventa dunque l’unico fornitore della catena Tonali, che all’interno dei propri punti vendita accoglierà esclusivamente le collezioni di Biancalancia, un marchio che all’expertise nella maglieria di qualità unisce competenze nel total look, realizzati con tessuti di pregio e forme essenziali.

In corso anche il rebranding dell’insegna Tonali in Biancalancia, che avverrà secondo «un percorso graduale, che permetterà alla clientela di comprendere l’evoluzione in atto».

Con il deal Tonali ritrova una forte idea di business, mentre Biancalancia fa il proprio ingresso nel mondo della distribuzione diretta attraverso boutique monomarca, situate fra Nord Italia e Svizzera.

Oltre al rafforzamento della distribuzione sul mercato nazionale, è previsto «l’avvio – spiega Tortato – di partnership internazionali per l’apertura di punti vendita, in particolare in Asia, e il consolidamento della presenza sui mercati esteri nella commercializzazione wholesale».

«Siamo inoltre perfezionando una piattaforma digitale – aggiunge – che consentirà di interagire con estrema semplicità, sia con rivenditori che con clienti finali». Un progetto che sarà operativo dalla SS 2022.

Dopo l’apertura del primo negozio monomarca con l’insegna Biancalancia a Roma in via Frattina, nel 2022 sono previsti due nuovi opening in Italia e uno in Svizzera, con un negozio che si affiancherà allo storico punto vendita di Lugano.

Importanti gli obiettivi a livello di fatturato: «Entrambe le aziende – dichiara Alessandro Tortato – stanno crescendo in modo sensibile. Rispetto al 2020 stimiamo di chiudere con un aumento del 30%, anche se l’anno 1 per noi sarà il 2022, grazie a ordini che per la SS2022 hanno registrato una crescita superiore al 50%».

«Riteniamo – conclude – di poter raddoppiare il fatturato aggregato entro il 2025».



A cura della redazione
stats