Un sondaggio di Dmr Group

Il primo Virtual Met Gala vale quasi 23 milioni di dollari in Rete e sui social media

In attesa della versione "fisica", posticipata a data da definirsi, il Met Gala 2020 in formato virtuale ha generato grande clamore. Secondo un'analisi di Dmr Group, l'evento ha generato un valore mediatico di 22,79 milioni di euro in 100mila siti web e 25mila account di social media. I social network hanno svolto un ruolo chiave, con l'88% del valore, ovvero 19,99 milioni di euro, e il 65% del numero di post collegati alla kermesse.

Grazie a una serie di progetti mirati ideati dall'editor in chief di VogueAnna Wintour, e all'interesse di media e celebrity il Gala, che era stato programmato per il 4 maggio, in occasione dell'inaugurazione della mostra About time: fashion and duration organizzata dal Costume institute del Metropolitan museum of modern art, è stato ugualmente protagonista sul web e sui social media.

Dmr group, realtà specializzata nel monitoraggio e analisi di dati, attività di comunicazione e strategie di pubbliche relazioni per diversi marchi di punta in tutto il mondo, ha analizzato quanto accaduto nel periodo dal 22 aprile al 5 maggio, avvalendosi di keyword e hashtag ufficiali.

Dal monitoraggio di oltre 100mila siti Internet e 25 mila social account rilevanti nei settore moda, luxury, cosmetica e lifestyle, è emerso che la kermesse digital ha generato un Emv-Earned media value (un valore frutto del lavoro che gli esperti di pubbliche relazioni e marketing fanno per promuovere un marchio o un'azienda) pari a quasi 23 milioni di euro.

Il canale digital più gettonato sono stati i social, che hanno totalizzato un Emv di quasi 20 milioni (88% del totale), mentre il web ha generato il restante 12% del valore, pari a 2,8 milioni.

Nella classifica delle prime 10 nazioni per numero di articoli pubblicati sul web, gli Stati Uniti occupano il primo posto, con un Emv di 721,8 mila euro e 297 articoli, seguiti da Regno Unito e l'Australia. L'Italia si è classificata sesta, con un Earned media value di 201 mila euro e 43 articoli.

Instagram è stato il canale digital più utilizzato, con il 48% dei post e il 92% del valore, per un totale di 18,4 milioni di euro, mentre TwitterFacebook Youtube si sono spartiti il rimanente 8%.

Celebrity e influencer, invece, hanno generato un Emv di 10,11 milioni di dollari, pari al 51% del totale, grazie agli alti livelli di engagement e reach.

In pole position troviamo Maluma (che ha generato un Emv di 802,9 mila euro), seguita da Madelaine Petsch (637,2 mila euro) e Liza Koshy (511,2 mila euro). Chiara Ferragni è l'unica influencer italiana rientrata nel ranking (386,5 mila euro): sul suo account Instagram ha pubblicato una serie di foto della sua prima volta al Gala, nel 2015, vestita Calvin Klein.


Nella foto, Serena Williams all'edizione 2019 del Met Gala con una creazione di Atelier Versace, sfoggiata con un paio di sneaker di Nike.

c.me.
stats