Una nuova proprietà per il brand sportivo

Sergio Tacchini passa ai sudcoreani di F&F

Sergio Tacchini passa di mano ed entra nella galassia del gruppo sudcorcoreano F&F. L’operazione, i cui termini economici non sono stati resi noti, dovrebbe essere completata entro il prossimo 20 luglio.

Il deal comprende tutte le azioni della Sergio Tacchini Operations con sede a New York e la Sergio Tacchini Ip Holdings, che detiene la proprietà del marchio.

Fondata dal campione di tennis Sergio Tacchini nel 1966, l’azienda ha dichiarato bancarotta nel 2007 prima di essere rilevata dall’imprenditore cinese di Hong Kong Billy Ngok.

Nel 2013 Ngok ha ceduto la gestione del brand alla Wintex Italia, polo della Wintex di Hong Kong, società in capo a investitori privati, che ha dato avvio a un modello di business basato sulle licenze.

Nel 2019 un nuovo assetto, con l’acquisizione da parte del fondo americano di private equity Twin Lakes Capital e dell’azienda di investimenti B. Riley Principal Investments, sotto la guida dell’italiano Stefano Maroni e il trasloco della sede da Milano a New York.

Per rilanciare il brand sportivo, famoso soprattutto negli anni Ottanta e Novanta, lo stile era stato affidato a Dao-Yi Chow, co-founder di Public School.

Ora l’inizio di un nuovo capitolo nell’orbita di F&F, realtà fondata dal miliardario Kim Chang-soo, che detiene le licenze di marchi di moda internazionali e sta rafforazando il business dei marchi di proprietà: l'anno scorso, il gruppo si è alleato con Centroid Investment Partners, con sede a Seoul, per acquistare il marchio statunitense di attrezzature da golf TaylorMade da Adidas, sborsando 1,8 miliardi di dollari.

a.t.
stats