Una sede in stile brutalista

Acne Studios nell'ex ambasciata cecoslovacca con gli headquarters Floragatan 13

La moda si fa in strada, soprattutto se è in quella dell’ex ambasciata cecoslovacca di Stoccolma, dove Acne Studios inaugura Floragatan 13, i nuovi headquarters che prendono il nome della via in cui si trovano.

Per il quartier generale del marchio, l’edificio scelto è un palazzo simbolo del design brutalista degli anni ’70, creato dall’architetto Jan Bocan, che per l’occasione è stato ripensato e arredato secondo la vera essenza dell’originale acronimo del brand Acne: Ambition to Create Novel Expression.

Sviluppato su dieci piani, il palazzo non vuole essere solo la sede operativa della label ma anche un luogo di incontro, dove i vari dipartimenti possono condividere idee e creare sinergie; sono infatti previsti diversi spazi volti a incoraggiare le relazioni fra i dipendenti come la mensa, ospitata dall’ex cinema dell’ambasciata, o la libreria situata al piano terra.

«Acne Studios è in costante evoluzione e voglio che Floragatan 13 evolva con noi – ha commentato Jonny Johansson, creative director dell’etichetta -. Continueremo ad aggiungere ulteriori dettagli nel prossimo futuro. Il design deve essere “vivo”, che si tratti di moda o architettura».

All'allestimento dei nuovi headquarters hanno partecipato diversi artisti, tra cui Max Lamb, che ha creato alcuni elementi d’arredamento e decorativi personalizzati, Daniel Silver, che ha sviluppato una serie di collage astratti incorporando scampoli di tessuto di Acne Studios, e il collaboratore francese di lunga data Benoit Lalloz, che ha curato le installazioni luminose di tutto l’edificio. 

c.bo.
stats