Verso un risparmio di 4,6 milioni di kWh

Otb: vetrine spente di notte e temperature più sostenibili in store e in azienda

Dopo aver presentato di recente il suo primo bilancio di sostenibilità, il gruppo Otb continua a spingere sulle strategie eco-oriented. L’azienda ha infatti adottato una serie di azioni volte al risparmio enegetico in oltre 300 negozi e negli uffici in tutto il mondo, che porteranno a un risparmio annuale stimato di 4,6 milioni di kWh, equivalenti al consumo medio annuo di circa 1,470 famiglie e pari alla CO2 assorbita da 140.000 alberi.

Queste misure rientrano nella strategia di sostenibilità battezzata Be Responsible. Be Brave adottata dal gruppo, cui fanno capo i marchi DieselJil SanderMaison MargielaMarniViktor&Rolf, le aziende Staff International e Brave Kid, con un giro di affari di 1,5 miliardi di euro nel 2021.

Il piano messo in atto da Otb, che aderisce e rispetta le normative emanate dai vari Stati in cui sono presenti i suoi store (tra cui Regno Unito, Germania e Spagna), prevede inoltre l’uso limitato delle lame d’aria posizionate all’ingresso per ridurre la dispersione di calore tra interno ed esterno preferendo, ove possibile, la chiusura delle porte d’ingresso.

È stata anche decisa la riduzione di un grado della temperatura negli ambienti riscaldati in inverno e l’aumento di un grado di quelli rinfrescati in estate. In parallelo le vetrine dei punti vendita restano spente dalle 22 alle sette del mattino e vengono attivati sensori di presenza per l’accensione e spegnimento dell’illuminazione nei locali ad uso dello staff. 

Focus anche sugli oltre 30 siti aziendali del gruppo, come uffici e magazzini, dove sono state già intraprese azioni mirate a limitare il consumo energetico e dove altre sono in arrivo. 

A questo proposito è stato modificato l’orario dei servizi di pulizia, normalmente riservati alle ore serali, che ora coincide con quello di lavoro del personale d’ufficio. Come nei negozi, è stata abbassata la temperatura degli ambienti interni di un grado in inverno e aumentata di un grado in estate. Infine è stata promossa una campagna di sensibilizzazione sul tema del risparmio energetico per tutto lo staff aziendale.

Il gruppo ha inoltre recentemente approvato l’installazione di impianti fotovoltaici sui tetti dei tre headquarters di Otb, Staff International e Brave Kid, per una potenza complessiva di oltre un Megawatt, che porterà a un’ulteriore riduzione di Co2 pari a quella assorbita da 36mila alberi.

Il progetto incrementerà ulteriormente l’autosufficienza energetica già dal prossimo anno, arrivando in alcuni building al 55% di energia autoprodotta.  

Otb punta a utilizzare il 100% di energia rinnovabile nelle operazioni dirette entro il 2025. A oggi usa il 43% dell’elettricità da fonti rinnovabili nelle operazioni interne, in parte autoprodotta, grazie all’approvvigionamento da fonti più pulite iniziato nel 2020.

«È fondamentale che tutte le imprese, dalla più grande alla più piccola, e tutti i collaboratori si impegnino e si attivino per trovare le modalità e gli strumenti più efficaci per ridurre i propri consumi - commenta Renzo Rosso, fondatore e presidente del gruppo -. Ecco perché all’inizio del 2022 abbiamo deciso di istituire un team interno ad hoc per supervisionare i consumi energetici e studiare soluzioni mirate. Queste iniziative seguono quelle già implementate negli scorsi mesi, che favoriscono l’uso di car sharing tra i colleghi».

A cura della redazione
stats