Aspesi: una mostra e una T-shirt per dire basta al bullismo

La moda scende in campo per fermare la piaga del bullismo: il brand Aspesi ha deciso di sponsorizzare una mostra benefica patrocinata dal Comune di Milano e legata al progetto no profit Natale con gli Autori, nato da un'idea di Stefania Nascimbeni, con la direzione artistica di Valeria Merlini. Ne è nata anche una T-shirt in edizione limitata.

 

Giunta alla quinta edizione, l'iniziativa Natale con gli Autori punta alla sensibilizzazione di grandi e piccoli alla lettura e alla scrittura, in sinergia con alcuni importanti scrittori, giornalisti ed esponenti della cultura.

 

Personaggi di spicco, tra cui Antonio Mancinelli, Saturnino Celani e Giovanni Gastel Jr., che si sono messi a disposizione dell'obbiettivo della fotografa Malena Mazza, in collaborazione con Daniela Stopponi come direttrice creativa, per dare vita a un'esposizione fotografica con la lotta al bullismo come tema centrale e Aspesi in veste di unico sponsor.

 

La mostra, curata dall'esperta di arte contemporanea Monica Nascimbeni,  viene presentata durante un evento in programma il 30 novembre all'Hotel Magna Pars di Milano, durante il quale saranno raccolti fondi a favore della Casa Pediatrica Fatebenefratelli, realtà che dal 2015 supporta bimbi e adolescenti in crisi.

 

Va però in scena dal primo al 20 dicembre in un'altra sede, la Casa Museo Emilio Tadini in via Jommelli 24 a Milano.

 

Aspesi non si limita al ruolo di sponsor, ma ha anche realizzato per l'occasione una T-shirt in edizione limitata, indossata dai protagonisti degli scatti di Malena Mazza.

 

La maglietta, personalizzata con un messaggio anti-bullismo, è in vendita dal primo dicembre, fino a esaurimento scorte, nel monomarca Aspesi di via Montenapoleone 13, al prezzo di 70 euro. Il ricavato viene interamente devoluto alla Casa Pediatrica Fatebenefratelli.

 

«Abbiamo scelto di realizzare un modello con i volti iconici del marchio, i "Kinky Atoms", insieme a una comunicazione forte, rubata al linguaggio attuale dei social - dice l'a.d. di Aspesi, Fabio Gnocchi -. #StopBullying, quindi, come messaggio di educazione e di opposizione».

 

Altre date, oltre a quelle citate, legate all'evento sono il 5 dicembre, con un vernissage alla Casa Museo Emilio Tadini (anche in questo caso parte degli introiti dei biglietti andrà alla Casa Pediatrica Fatebenefratelli) e il periodo dal 20 dicembre 2017 al 30 gennaio 2018, durante il quale la mostra sarà ancora visibile ma in un'altra sede, lo Spazio Coworking e Libreria Open di viale Montenero 6, sempre nel capoluogo lombardo.

 

stats