Prima anticipazione sull'edizione 101

Ann Demeulemeester sarà special guest di Pitti Uomo a gennaio 2021

Dopo il ritorno in presenza la scorsa estate, arriva il primo teaser relativo all'edizione invernale di Pitti Uomo, che si terrà a Firenze dall'11 al 13 gennaio prossimi. Sarà Ann Demeulemeester lo special guest al salone, protagonista di un evento che celebra lo stile della designer a 40 anni dal suo esordio nel mondo della moda. L'appuntamento è il 12 gennaio alla Stazione Leopolda.

Nota e apprezzata per il suo tailoring elegante e per l'estetica dark e al contempo glamour, la griffe si caratterizza per il mix di ribellione e di raffinatezza, che si traduce in abiti seri ma mai severi, forti e sensuali al tempo stesso. Un approccio all'insegna dell'indipendenza, che supera le tendenze nel segno della continua evoluzione.

Dopo essersi laureata alla Royal Academy of Fine Arts di Antwerp nel 1981, a partire dal 1982 Ann Demeulemeester ha partecipato con le sue prime collezioni a concorsi ed eventi di moda. Ha lanciato la sua etichetta e la prima collezione commerciale nel 1987 con Patrick Robyn, suo partner creativo di lunga data.

Ha sfilato per la prima volta a Parigi nel 1992, conquistando subito un posto nella geografia della moda internazionale. Nel 2013 ha lasciato la sua etichetta e da allora ha sperimentato una varietà di nuovi formati espressivi.

Nel 2020 il brand Ann Demeulemeester è stato acquisito da Claudio Antonioli, imprenditore milanese e talent scouter, con l'obiettivo di riposizionarlo come fashion brand di lusso, pur rimanendo fedele alla sua immagine.

«Amiamo da sempre lo stile Ann Demeulemeester – spiega Lapo Cianchi, direttore comunicazione ed eventi di Pitti Immagine – sia per la capacità di non omologarsi e di occupare pacatamente, ma con determinazione, un preciso spazio sulla scena internazionale, sia per l’attitudine a rinnovarsi restando fedele a un’intuizione originaria. Il nuovo corso, lavora su quei caratteri attraverso un dialogo ideale con la fondatrice e i suoi canoni».

«Siamo onorati - conclude - di riprendere a Firenze una storia iniziata quarant’anni fa, nel 1982. L’evento pensato per Pitti Uomo 101 avrà un’energia speciale, grazie allo scambio tra forme diverse di espressione creativa, a un’attenzione particolare per le generazioni più giovani e a un racconto sincronico, tra futuro, presente e passato, della moda Ann Demeulemeester».

c.me.
stats