A Palermo un’installazione con 2mila cuori di carta

Angelo Cruciani omaggia la “Santuzza” e arriva la benedizione di Papa Francesco

Una rosa enorme, con oltre 2mila cuori di carta: un’installazione urbana, ma anche un vero e proprio flashmob per omaggiare la “Santuzza”, patrona dei palermitani, e intercedere attraverso di lei perché cessi la diffusione del Covid-19.

Questa l’opera ideata da Angelo Cruciani, street artist e artefice del brand Yezael, e da Stefania Morici, con il supporto dell’Arcidiocesi e della Cattedrale di Palermo, del Comune e della Fondazione Sicilia, che ha emozionato Papa Francesco.

Il Pontefice ha infatti rivolto alla comunità e ad Angelo Cruciani la benedizione apostolica, considerando Rosalia, Rosa mia – questo il titolo dell’installazione – come un sincero omaggio alla città siciliana e alla sua protettrice, che nel 1624 salvò Palermo dalla peste.

«Vengo da una famiglia profondamente cattolica e sono nato nella terra di San Francesco – commenta il creativo -. Il mio legame con la spiritualità è fortissimo. Questa installazione rappresenta per me la possibilità di chiedere un miracolo a Santa Rosalia: quello di salvare il nostro pianeta da una piaga che sta uccidendo troppe persone ma che, ancora peggio, distrugge la fiducia dei giovani, la nostra voglia di andare verso il futuro».

Attivo dal 2014 con il suo brand Yezael (la sua ultima collezione è stata presentata su TikTok), Angelo Cruciani quest’anno è stato anche uno dei 18 designer protagonisti del contest internazionale Next in Fashion su Netflix, girato a Hollywood e condotto da Alexa Chung e Tan France.

a.t.
stats