A sostegno della Humanitas university

Dolce&Gabbana lancia #DGFattoInCasa: anche con il dna artigianale si combatte il Covid

L'urgenza di riprendere in mano il nostro domani, ripartendo dalle radici e dal made in Italy, è alla base del nuovo progetto #DGFattoInCasa di Dolce&Gabbana, al debutto sui canali social attraverso una serie di workshop digitali con gli artigiani che collaborano con la griffe, che dalle loro case condividono con gli utenti i segreti del saper fare.

Salgono dunque alla ribalta, per esempio, il lavoro a maglia e quello a uncinetto, emblemi di quell'artigianalità che è intrinseca al dna del brand e che è stata celebrata proprio nelle ultime collezioni che hanno sfilato a Milano. 

Un progetto con un risvolto benefico, visto che è 
legato alla raccolta fondi per l'iniziativa Amore for Scientific Research, in collaborazione con Humanitas University, il cui fine è supportare la ricerca e sostenere lo studio coordinato dal professor Alberto Mantovani: obiettivo, trovare una soluzione per debellare il Covid-19.

«Humanitas continua la sua battaglia contro l'epidemia. Grazie a questa collaborazione con Dolce&Gabbana si potranno estendere i campi di ricerca e le collaborazioni», afferma Mantovani, presidente della Fondazione Humanitas per la Ricerca e professore emerito di Humanitas University.

«Al momento - aggiunge - conosciamo molto poco sulle risposte immunitarie nei confronti del Coronavirus SARS-CoV-2, che causa Covid-19: non sappiamo, ad esempio, se gli anticorpi siano protettivi, né quanto duri la memoria immunologica. E non sappiamo con certezza se la nostra prima linea di difesa (l'immunità innata, che da sola gestisce ed elimina più del 90% dei virus e batteri che incontriamo) funzioni e possa essere attivata anche nei confronti del Covid».

«Su questo, e in particolare sulle cellule dell'immunità innata e sul ruolo di alcune sue molecole, antenati funzionali degli anticorpi, si concentra una sfida della ricerca, raccolta da Humanitas grazie al sostegno di Dolce&Gabbana - conclude Mantovani -. Approfondire le nostre conoscenze in quest'ambito può aprire le porte a interventi diagnostici, ad esempio biomarcatori sulla gravità della malattia, e terapeutici, contribuendo alla risoluzione di un problema globale».

Gli utenti possono fare donazioni attraverso Forfunding.it, la piattaforma di crowdfunding di Intesa Sanpaolo dedicata a organizzazioni non governative, associazioni non profit e a fondazioni che intendono avviare un progetto di raccolta fondi, coinvolgendo un'ampia comunità di donatori attivi. Intesa Sanpaolo non trattiene commissioni sulle donazioni, quindi ogni euro viene interamente versato al progetto, garantendo sicurezza e trasparenza.

a.c.
stats