A TUTTO GAMING

Un videogioco al posto della sfilata: Gvasalia ambienta la collezione Balenciaga nel 2031

Questo è il momento in cui tutto è possibile, in cui gli stilisti ridisegnano il futuro nel post tsunami da Covid. Dopo la scelta innovativa di Alessandro Michele, direttore creativo di Gucci, di svelare la collezione con una mini-serie d’autore (in collaborazione con il registra Gus Van Sant), arriva oggi la proposta, altrettanto disruptive, di Demna Gvasalia, alla guida creativa di Balenciaga (sempre del gruppo Kering), che come palcoscenico ha scelto un video game.

Il prossimo 6 dicembre la collezione per l’autunno-inverno 2021 sarà infatti presentata attraverso Afterworld: The Age of Tomorrow, un videogioco ambientato nel 2031, che mette in scena un futuro tutt’altro che distopico, con un lento ritorno a un equilibrio più sano tra uomo e natura.

L’iniziativa non costituisce in realtà un testacoda strategico per Gvasalia, che già negli ultimi mesi si era mosso su binari autonomi nella presentazione del brand e aveva svelato la Spring-Summer 2021 attraverso un video musicale sulle note di I wear my sunglasses at night di Corey Hart.

L’obiettivo dello stilista era quello di raggiungere un pubblico più ampio di quello che di solito prende parte ai fashion show, oggi più che mai esclusivi a causa delle misure anti Covid-19.

«La sfilata in sé - aveva commentato alla vigilia della fashion week Gvasalia - è stata nelle regole della moda per decenni. Sento il bisogno di farlo in maniera diversa, così che sia fruibile da un pubblico più vasto. Ovviamente, anche per i professionisti».

Tra gli altri cambiamenti annunciati anche il ritorno della maison alla couture, dopo 52 anni dall’ultima collezione realizzata dal fondatore Cristóbal Balenciaga. La linea di alta sartoria, rimandata a gennaio causa pandemia, sarà protagonista di un fashion show una sola volta all’anno e includerà anche proposte maschili.

Le novità per Balenciaga non riguardano solo la riorganizzazione delle collezioni: Gvasalia, per mettere sempre di più il prodotto al centro della scena, ha deciso di includere all’interno dell’ufficio creativo il reparto merchandising. Inoltre, come visto dalla Pre-SS2021, prediligerà l’utilizzo di materiali green (nella foto, una proposta Balenciaga per la primavera-estate 2021).

a.t.
stats