Accessori e pelletteria nuovi focus del brand

Daks: Luigi Veccia prende in mano le redini creative

Il marchio britannico di prêt-à-porter luxury apre un inedito capitolo, affidando il ruolo di direttore creativo per menswear e womenswear a Luigi Veccia, che prende il posto di Filippo Scuffi. Allo stilista di origini partenopee, da dieci anni nell'ufficio stile della label come designer del womenswear e degli accessori, il compito di dare nuova verve all'etichetta, che torna a sfilare con uno show co-ed in calendario il 18 febbraio alla London Fashion Week.

 

Starting point del new deal sono gli archivi dell'etichetta, che verranno riletti in chiave contemporanea, partendo da un presupposto fondamentale: un capo Daks è per sempre.

 

Nel percorso di rivisitazione rientrano anche la reinvenzione del logo grafico della doppia D, riletto in chiave geometrica, l'ideazione di nuove fantasie ispirate alla natura inglese e alle dimore dei nobili britannici e l'attenzione alla sostenibilità, con l'obiettivo di impiegare prossimamente tessuti riciclati o eco-compatibili.

 

Un approccio che prevede il potenziamento degli accessori e della pelletteria, nuova scommessa per la label.

 

Diplomato nel 1994 in fashion design allo Ied di Roma, Luigi Veccia ha collaborato con numerosi brand del ready-to-wear, prima di approdare da Daks nel 2010.

c.me.
stats