Al Politecnico di Milano

Save The Duck premia la tesi di laurea più sostenibile

Il premio alla migliore tesi di laurea, istituito da Save The Duck per gli studenti del Politecnico, è stato assegnato a Tiziana Modica e Maria Giulia Zanotti. Le due studentesse, che si aggiudicano i 5mila euro messi in palio, si sono imposte con la tesi Introducing Postponement in Global Distribution Network Design: a Sustainability Perspective.

 

Istituito in collaborazione con la Sustainable Luxury Academy della School of Management del Politecnico di Milano, l'award è stato concepito per valorizzare la migliore tesi sul tema della sostenibilità nel settore fashion. 

 

Il progetto è stato voluto dal fondatore e ceo di Save The Duck, Nicolas Bargi, che punta a investire sul futuro delle giovani generazioni, sensibilizzandole su un tema cruciale e quanto mai attuale.

 

La tesi vincitrice è focalizzata sulla sostenibilità della supply chain nel mondo della moda, con un focus sulla riduzione delle inefficienze nel sistema dei trasporti su scala internazionale.

 

L'argomento è stato apprezzato perché «prende in considerazione una tematica “calda” come la riduzione di emissioni di Co2 e l’ottimizzazione dei trasporti e della distribuzione delle merci - si legge nella motivazione -. Si tratta inoltre di un progetto di respiro internazionale e modulabile secondo le esigenze di ogni azienda».

 

Il riconoscimento è stato consegnato nel corso del Responsible Luxury Summit, momento di confronto annuale della Sustainable Luxury Academy, Osservatorio permanente sul lusso sostenibile finanziato dalla School of Management del Politecnico di Milano e da Mazars.

 

L'Osservatorio monitora il grado di sostenibilità delle aziende italiane e suggerisce azioni da intraprendere, anche grazie al dibattito tra imprese, docenti ed esperti come Carbonsink, società di consulenza specializzata in strategie di mitigazione dei cambiamenti climatici.

 

«Sono orgoglioso della collaborazione con il Politecnico di Milano, eccellenza universitaria italiana, perché ci permette di  sostenere giovani che ogni giorno si impegnano per poter contribuire a trovare soluzioni più sostenibili e rendere il mondo un luogo migliore», è il commento di Nicolas Bargi.

c.me.
stats