al posto di christian piat

Bonpoint: arriva da Ikks il nuovo ceo Pierre-André Cauche

Il 2020 sarà un anno decisivo per il marchio di kids' couture Bonpoint: mentre oggi Valérie Hermann, ex Ralph Lauren e Yves Saint Laurent, si insedia con il ruolo di managing director della divisione fashion & luxury della casa madre Epi, arriva la notizia che il brand di punta, fondato ben 45 anni fa, ha un nuovo ceo.

A guidare il futuro di Bonpoint sarà infatti l'ex Ikks Pierre-André Cauche: il manager prende il posto di Christian Piat, responsabile di Epi sul mercato asiatico, che ha assunto l'incarico ad interim dopo l'uscita di scena, nel maggio scorso, di Marine-Sabine Leclerq.

Cauche, amministratore delegato di Ikks negli ultimi sei anni, lavorerà a stretto contatto con Valérie Hermann e con Anne Valérie Hash, scelta nel 2019 come direttore creativo di Bonpoint.

Nel curriculum del neo-a.d. spiccano gli studi alla Esc Lille School of Management, con un inizio di carriera presso Kpmg, per poi passare nelle fila di Pimkie e Lynx Optique. Ma l'esperienza professionale più lunga è stata quella in Ikks, dove Cauche ha fatto il proprio ingresso nel 1997.

Bonpoint, entrato nell'orbita di Epi 14 anni fa, è distribuito in 120 negozi, con ricavi provenienti per il 75% dall'estero, in particolare dai mercati europeo e asiatico. Come riporta wwd.com, solo 12 anni fa la quota di esportazioni non andava oltre il 15%.

Le aree di attività di Epi sono molteplici. Vanno infatti dalla moda, presidiata anche con il marchio di calzature J.M. Weston, le camicie Figaret e gli stivali F. Pinet, ai vini e alla cosmesi, avendo recentemente acquisito il 20% della realtà di skin-care Biologique Recherche (nella foto, un modello Bonpoint dall'account Instagram della label).


a.b.
stats