Barbara Rybka era in azienda dal 2011

Gucci, ancora un manager in uscita: lascia il capo del digital

Un altro degli artifici della scalata rapida e apparentemente senza fine di Gucci se ne va. Secondo quanto appreso da fashionmagazine.it, il senior vice president, digital worldwide Barbara Rybka lascia l'azienda dopo nove anni, durante i quali la maison ha conquistato una vera e propria leadership nel settore del digitale.

Gucci ha conferato l'addio di Rybka, che era entrata in azienda nel 2011, dopo aver trascorso quasi un decennio nella Silicon Valley ed è stata responsabile del lancio del sito e-commerce Gucci nel 2015, anno che aveva segnato l'ingresso in azienda di Marco Bizzarri, attuale ceo, e del direttore creativo Alessandro Michele.

Rybka è solo l'ultima uscita di alto profilo che si registra da Gucci da qualche mese. A ottobre era stato Alessio Vannetti a lasciare la sua posizione di global communication director, nel frattempo assegnata a Beniamino Marini.

Ma a richiamare l'attenzione di tutti agli addetti ai lavori era stata la notizia dell'addio di Jacopo Venturini, vice president di Gucci, nonché artefice della strategia di merchandising che ha contribuito in modo centrale alle vendite e al successo del marchio, ormai prossimo a toccare la soglia dei 10 miliardi di fatturato.

Un'uscita che ha da subito creato un certo clamore, destinato a riaccendersi ora che i rumors danno Venturini in pole position per prendere il posto di amministratore delegato di Valentino, attualmente occupato da Stefano Sassi. Un'indiscrezione che però sembra  trovare al momento più smentite che riscontri.

 

an.bi.
stats