CAMBI DI POLTRONA

Sofia Ciucchi lascia la carica di ceo de Il Bisonte

A circa tre mesi dall’acquisizione de Il Bisonte da parte di Look Holdings, storico distributore e licenziatario dell’etichetta in Giappone, la ceo Sofia Ciucchi lascia l’incarico.

«Sento di aver concluso un percorso bello, umanamente e professionalmente - racconta a fashionmagazine.it - dove ho potuto dare il mio contributo di visione ed energia insieme a un bellissimo team, cui auguro il meglio».

Sofia Ciucchi parla di «quasi tre anni impegnativi ma di grande soddisfazione», durante i quali ha contribuito a far lievitare il fatturato dai 21 milioni di euro del 2016 ai 40 previsti per il 2019.

Fiorentina, studi all’Università Bocconi, l’executive ha portato nel marchio fondato da Wanny di Filippo nel 1970 la sua consolidata expertise nel segmento luxury, maturata per circa 20 anni all’interno della Salvatore Ferragamo, dove ha ricoperto diverse posizioni, fino a diventare vicedirettore generale.

Precedentemente ha lavorato come analista di organizzazione nel gruppo Bosch e in Bticino.

Ancora nessuna indiscrezione, per il momento, su chi prenderà il posto di Sofia Ciucchi, che lascerà ufficialmente il ruolo di ceo del brand toscano a metà settembre.

Il passaggio di proprietà da Palamon Capital Partners - società di private equity che aveva acquisito Il Bisonte nel 2015 dal suo fondatore - a Look Holdings avviene in un momento di evoluzione per la label, al centro di un processo di espansione negli Stati Uniti, in Europa e in Medio Oriente, ma anche in Asia, grazie alla costituzione di una società retail basata a Hong Kong e all’apertura dei primi negozi diretti.

a.t.
stats