CAMBIO DELLA GUARDIA AI VERTICI

Coccinelle: Andrea Baldo lascia, arriva Fabrizio Stroppa

Dopo due e anni e mezzo al timone di Coccinelle, il ceo Andrea Baldo lascia la società per intraprendere una nuova sfida professionale e passa il testimone a un dirigente del suo team, Fabrizio Stroppa (nella foto).

È di oggi (4 ottobre) l'annuncio dell'avvicendamento ai vertici del brand di pelletteria nell'orbita di E-Land, che dal 2012 ha portato avanti un piano industriale con investimenti salienti nella struttura e nello sviluppo retail.

Il nuovo amministratore delegato di Coccinelle, già parte del board in qualità di chief commercial officer, si insedierà il prossimo 15 ottobre.

Nell'azienda emiliana porterà un'esperienza capitalizzata in luxury brand internazionali: dieci anni a Londra, prima in Mulberry con un ruolo dirigenziale legato allo sviluppo del marchio e successivamente in Coach per seguire il suo progetto di rilancio.

Precedentemente al periodo londinese, Stroppa è stato brand manager per Donna Karan negli headquarters di Lvmh Japan a Tokyo e ha maturato in Italia un’esperienza significativa in Giorgio Armani.

Ora la nuova sfida al timone di Coccinelle: «La mia nomina si inserisce in una strategia di continuità - dice a fashionmagazine.it Fabrizio Stroppa -. Chiuderemo l'anno a 100 milioni di euro di fatturato, con l'obiettivo di proseguire il rafforzamento del retail, e puntiamo al raddoppio del turnover nel giro dei prossimi cinque anni. Siamo già passati dai 65 ai 100 milioni nel giro di un triennio: questo significa che abbiamo creato un modello che sta funzionando».

Quanto ad Andrea Baldo - che prima di Coccinelle ha ricoperto il ruolo di general manager di Marni e ha trascorsi anche da Diesel e Margiela - bocche cucite sul suo futuro incarico: una comunicazione ufficiale è attesa per la settimana prossima.

a.t.
stats