CEO ROUNDTABLE ON CORPORATE INNOVATION

I dati integrati, una leva per la marketing efficiency

L'innovazione digitale va a braccetto con la cultura del dato, vero e proprio driver di crescita per le aziende, in un contesto competitivo dove si assiste alla trasformazione del prodotto in experience.

Questa la convinzione di Laura De Tuoni, head of business intelligence di FiloBlu, società di consulenza digitale per l'internazionalizzazione dei brand che ha recentemente inaugurato una collaborazione con un importante partner digitale del machine learning.

«L'integrazione dei dati del retail fisico e dell'ecommerce costituisce il punto di partenza», ha affermato Riccardo Milani, omnichannel manager di Boggi Milano, per cui il 45% delle vendite online deriva dal delivering from store. Fondamentale però è la qualità dei dati.

«Con il nostro progetto di riorganizzazione in ottica omnicanale iniziato nel 2015 - ha raccontato Milani - che ha visto per esempio l'introduzione degli iPad nei punti vendita per fare ordini in-store, abbiamo rivisto i processi di raccolta dati, in funzione di una lead il più possibile qualitativa». Secondo il manager, per un time to market immediato, il dato deve essere accessibile attraverso sistemi omogenei e allineati, condivisi con tutti i reparti dell'azienda.

Nella visione di Giuseppe Grandinetti, global digital marketing head di Vibram Group - leader nella wearable technology applicata alle suole - i big data danno la misura del sentiment del consumatore, in una prospettiva C2B, consumer to business, che permette di orientare la produzione in base alla richiesta degli utenti. «Il nostro next step saranno prodotti creati grazie al social studio e a un'importante collaborazione con Sap», ha concluso.

L'aumento e la diversificazione dell'attività data driven di Crm è uno degli asset anche per Alessandro Pacetti, digital sales & marketing manager di Alessi, all'insegna dell'efficienza di stock. In questo senso, «per risolvere eventuali problemi di stock nel canale wholesale, puntiamo a utilizzare la nostra logistica, attraverso un'importante integrazione con il retail diretto».

«Abbiamo integrato nella piattaforma online i negozi diretti, ma anche i franchisee e a breve includeremo anche i partner del segmento bimbo», ha raccontato Alessandro Milia, head of global omnichannel di La Martina la cui strategia, dopo i primi interventi di omnicanalità iniziati tre anni fa, punta ora sul Crm integrato, suddiviso per country e store.

«La tecnologia va usata proprio a supporto dell'integrazione», ha concluso Maurizio Alberti, country manager Italy di Mapp Digital, provider leader di marketing software technology, con l'obiettivo di unificare i diversi dati dei clienti e migliorare fortemente le loro attività di marketing. Per Alberti il concetto chiave è «supportare il customer journey multicanale, ovvero seguire il cliente live, 24 h su 7» (nella foto, Giuseppe Grandinetti di Vibram insieme al nostro direttore Marc Sondermann).

a.b.
stats