Classifiche

Top manager della moda e reputazione: al web piacciono Armani, Ruffini, Della Valle

La lettera diretta al mondo della moda in cui Giorgio Armani definì immorali gli sprechi del suo stesso settore ha contribuito a portare lo stilista in vetta alla classifica della reputazione online dei dirigenti del settore Fashion.

A rivelarlo è l’osservatorio di Reputation Science - che analizza l’andamento della Web Reputation dei top manager delle principali aziende italiane - e secondo cui Armani ha sbaragliato la concorrenza (grazie a un punbteggio di 60,49) anche grazie alle forti dichiarazioni sul corpo femminile «stuprato dagli stilisti». A pesare, anche la decisione di spostare la sfilata privè da Parigi a Milano per aiutare la città durante il periodo più difficile legato alla pandemia.

Al secondo posto si trova Remo Ruffini (59,28), presidente e ceo di Moncler, grazie alla donazione di 10 milioni di euro per l’emergenza coronavirus, ma anche all’acquisizione di Stone Island per 1,15 miliardi e all’importante obiettivo dichiarato di azzerare le emissioni di Co2 delle sedi e dei negozi Moncler entro il 2021.

Terzo gradino del podio per Diego Della Valle (55,54). Anche l'imprenditore del gruppo Tod's si è reso protagonista della battaglia solidale a favore delle famiglie dei sanitari morti a causa del Covid; fondamentale poi nel 2020, il lancio della campagna #TodsTogether, per celebrare i valori dello «stare insieme».

Al quarto posto della classifica si trova Leonardo Del Vecchio, fondatore di Luxottica (55,46), che conquista la posizione grazie alla scelta di istituire un bonus per i propri dipendenti che hanno lavorato durante la pandemia, e la cassa integrazione al 100% per tutti gli altri, oltre al taglio degli stipendi dei manager.

Miuccia Prada, a.d., insieme al marito Patrizio Bertelli, del gruppo Prada, è al quinto posto (55,05) e prima donna in graduatoria: la stilista è stata premiata per il lancio della prima collezione con Raf Simons e per la scelta di donare sei postazioni di terapia intensiva agli ospedali di Milano.

Sesta posizione per Brunello Cucinelli (54,67): vincente per lui il lancio della proposta di un "contratto sociale con il Creato" per prendersi cura del nostro Pianeta e la donazione dei capi invenduti in beneficienza per un valore di 30 milioni.

Il settimo posto è prerogativa di Renzo Rosso, presidente di Otb (54,37). Il patron di Diesel ha ottenuto la fiducia del web grazie alle sue esortazioni mediatiche al governo ad ascoltare i bisogni delle persone. In più, l'impreditore con OTB Foundation sostiene gli ospedali locali, smistando mascherine e materiale sanitario.

Elisabetta Franchi è all’ottavo posto con un punteggio di 50,32: è lei a lanciare e sostenere in prima persona #SeVuoiPuoi, la raccolta fondi per gli ospedali italiani in stato di emergenza per la lotta al Covid-19. A settembre, poi, decide di trasmettere la sfilata primavera 2021 in Tv: "Sarete tutti in prima fila", dichiara.

A seguire Federico Marchetti, fondatore e presidente di Ynap (50,03); chiude la classifica Mario Moretti Polegato, fondatore e presidente di Geox, con un punteggio di 44,54.

an.bi.
stats